| categoria: economia

PROGETTO ITALIA: ASTALDI RIUNISCE CDA D’URGENZA

– Astaldi ha riunito stamani d’urgenza il Cda per la valutazione della proposta di Salini Impregilo su Progetto Italia. Si tratta dell’offerta per la nascita di un polo delle costruzioni in Italia, a partire dal salvataggio appunto di Astaldi, col necessario sostegno di Cdp (attraverso Cdp Equity) e delle banche creditrici. Salini l’aveva formalizzata a metà luglio, quando per la terza volta, dopo il 31 marzo e il 20 maggio, era stata rinviata l’ipotesi di intesa.
La proposta è la stessa passata al vaglio ieri nei Cda di Cdp e di Salini stessa, fino a notte, che dovrebbe consentire ad Astaldi di portare alla sezione fallimentare del Tribunale di Roma per il piano concordatario, le carte necessarie a sbloccare la procedura concorsuale in cui si trova dal 18 dicembre scorso. Prevede un aumento di capitale da 225 milioni di Astaldi, riservato a Salini stessa, un aumento da 600 milioni di quest’ultima e un finanziamento da quasi un miliardo. L’aumento di Salini è da ripartire tra Salini Costruttori (50 milioni), Cdpe (250), le banche (150) e il mercato (150). Il finanziamento è di 200 milioni per le esigenze di cassa di Astaldi fino all’omologa del concordato, 384 milioni dalle banche, e altri 200 milioni per rifinanziarne il prestito obbligazionario. Ulteriori 200 milioni sarebbero per Salini per una linea di credito revolving.

Ti potrebbero interessare anche:

Pakistan, Scaroni incontra il ministro del Petrolio
Casa, boom dei mutui: in tre mesi +50%
Banda larga, Telecom brucia Metroweb e fa l'accordo con Fastweb
Cambia il paniere Istat: entrano tatuaggi e lampadine a led, escono vagoni letto
Orlandi: "Questo 730 è una rivoluzione che semplifica la vita"
Pensioni, quattordicesima a settembre per altri 48mila



wordpress stat