| categoria: editoriale, Senza categoria

E se la Lega avesse sbagliato mossa?

Parliamoci chiaro, una fetta d’Italia si è alzata in piedi e ha fatto la ola quando Salvini ha rotto l’accerchiamento e ha lanciato la sfida; m< una fetta abbastanza consistente di opinione pubblica di segno avverso si è svegliata dal letargo e i mille avversari del leader leghista si sono trovati improvvisamente a giocarsi l'opportunità di tornare in gioco. Grillini, Pd, ali estreme della sinistra, cani sciolti, tutti a dire che bisogna stoppare il disegno del Carroccio, impedire lo scioglimento delle Camere,aprire la strada ad un nuovo governo quale esso sia. Ancora volta l'obiettivo è coalizzarsi per distruggere, non per costruire. Pd e M5S possono stare al governo insieme? Forse no, ma inventare una alleanza tattica sì. Non è forse vero che alla Regione Lazio Zingaretti resta in piedi solo grazie alla benevolenza grillina? Dall'altra parte Salvini sta già subendo qualche contraccolpo negativo sul piano degli umori della gente e l'idea di portare a forza gli italiani al voto non è così vincente e sicura come si potrebbe pensare. Mattarella potrebbe avere altre idee, gli avversari di Salvini potrebbero prevalere nel breve periodo. Il centro destra si ricompatta, è tornato in campo perfino Gianni Letta, ma non è detto che abbia un'autostrada davanti. E adesso che succede? Salvini non può certo tornare indietro, l'Italia resta con il fiato sospeso

Ti potrebbero interessare anche:

Totti e Ilary inaugurano Neuropsichiatria Infantile al Gemelli
Renzi è avvisato, in direzione Pd avrà vita dura
REGIONE LAZIO/ Quasi 4mila emendamenti alla spending review
ROMA/ Giallo al San Camillo: trovato il cadavere di una trans
Video shock Isis, un bambino spara a due prigionieri
Francia, la guerra dei taxi. Maxi multa a Uber



wordpress stat