| categoria: Dall'interno, Venezia

Venezia città dei Daspo: «Siamo già a 90»

«Siamo la città che da quando è stato istituito il nuovo regolamento di polizia urbana ha dato il maggior numero di Daspo per allontanare chi si comporta scorrettamente a Venezia. Siamo ormai vicini a 90 Daspo, con il foglio di via, già comminati. Prima cerchiano di educare i turisti e in generale chi si comportano in modo incivile o illegale e poi li allontaniamo».

Parole del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, intervenuto il giorno di Ferragosto in collegamento televisivo al programma televisivo Unomattina, su Raiuno, proprio per parlare della situazione del turismo a Venezia e anche dei comportamenti incivili di molti visitatori che continuano a ripetersi.

«Non sono solo quelli stranieri» ha detto Brugnaro «a volte anche gli italiani e gli stessi veneziani si comportano in modo inqualificabile. Noi cerchiamo di riprendere tutti senza fare distinzioni e fare tutto ciò che possiamo, Abbiamo anche raddoppiato il numero dei vigili urbani in servizio».

Rispetto al numero complessivo dei turisti in arrivo a Venezia, Brugnaro ha ammesso che nessuno, Comune compreso , è ancora in grado di calcolare il loro numero effettivo. Ma, con uno slancio di ottimismo, viste le difficoltà palesate nell’applicazione del nuovo tributo, slittato già due volte, ha dato per ormai vicina l’applicazione della nuova imposta di sbarco.

«La stiamo studiando con attenzione» ha detto «anche per non penalizzare gli operatori turistici e di viaggio, anche a livello internazionale, ma penso che da gennaio chi arriverà a Venezia per non soggiornarvi, dovrà pagare un ticket di ingresso. È una Legge Speciale che è stata concessa a Venezia anche per consentirci di coprire i costi in particolare della raccolta dei rifiuti e la pulizia della città, che a Venezia non può che avvenire a mano, con un extracosto complessivo di circa 30 milioni rispetto alle altre città d’arte italiane».

Brugnaro ha dedicato la giornata di Ferragosto a una serie di sopralluoghi in vari punti della città, compreso il Lido, nell’area della Mostra del Cinema che sta ultimando gli ultimi preparativi in vista dell’apertura e sulla spiaggia del Blue Moon, con il presidente e il direttore di Venezia spiagge che gestisce l’area, dove da settembre, finita la Stagione balneare, inizieranno i lavori per la realizzazione della nuova piscina dello stabilimento.

Brugnaro ha insistito anche sul fatto che la spiaggia, prima libera, debba essere riqualificata. Giornata di controlli contro il moto ondoso in Bacino di San Marco con l’operazione interforze.

Da domani tra l’altro entra in vigore la nuova ordinanza emessa dal Comune proprio per una riduzione del traffico, anche ai fini dell’inquinamento ambientale e acustico, in alcuni dei rii più trafficati della città come Rio Novo e rio di Noale. In particolare, in Rio Novo, dal ponte della Cereria al Rio di Ca’ Foscari, e nel Rio di Ca’ Foscari, ed in Rio di Noale sarà vietato il sorpasso per tutte le unità a motore. Limiti infine anche alla circolazione dei taxi in Rio Novo, dal ponte della Cereria al Rio di Ca’Foscari, e nel Rio di Ca’Foscari.

Targhe alterne per chi viaggerà senza passeggeri a bordo dalle 4 alle 12. Il transito è ammesso in giorno pari alle unità con ultimo numero di licenza/autorizzazione pari ed il giorno dispari alle unità con ultimo numero di licenza/autorizzazione dispari. E c’è già chi protesta. —

Ti potrebbero interessare anche:

Parroco si impicca in canonica, trovato dall'arcivescovo
Lotteria Italia: venduto a Roma il primo premio da 5 milioni
UNIVERSITA'/ A Ca'Foscari immatricolazioni in crescita
POST-TERREMOTO/ Altre 35 casette consegnate a Norcia
Dramma migranti nel canale di Sicilia: 34 morti. Dispersi 156 in naufragio fantasma?
Scoperto a Levanzo antico rostro romano



wordpress stat