| categoria: sanità Lazio

Gioco d’azzardo: in ASL Roma 1 c’è l’ambulatorio specialistico


Una struttura dedicata a chi soffre di un disturbo psichico che colpisce oltre un milione e mezzo di italiani

Un fenomeno in crescita costante che secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) riguarda un milione e mezzo di giocatori. Parliamo del Gioco d’Azzardo Patologico, il disturbo psichico per il quale la ASL Roma 1 ha aperto percorsi specifici dedicati a chi ne soffre. A definirlo ci ha pensato l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) per cui si tratta di “una forma morbosa chiaramente identificata, che in assenza di misure idonee di informazione e prevenzione, può rappresentare, a causa della sua diffusione, un’autentica malattia sociale”. Proprio per questo motivo l’azienda sanitaria capitolina offre ai cittadini che risiedono sul territorio di competenza un servizio ad hoc con attività ambulatoriali e professionisti che seguono il paziente durante tutto il percorso di cura. Si parte da una prima valutazione per individuare il livello di gravità del DGA (lieve, moderato e grave) fino ad arrivare all’individuazione degli step da seguire per superare il problema. Scendendo nel dettaglio esistono tre tipi di giocatori: condizionati nel comportamento; emotivamente disturbati a causa di dipendenze familiari o maltrattamenti subiti nell’infanzia; con correlati biologici, ovvero che corrono il rischio di avere comportamenti antisociali o di abusare di sostanze. Ad ogni tipologia corrisponde una terapia diversa. Infine è presente anche un percorso dedicato esclusivamente alle donne dove oltre al percorso individuale, che prevede colloqui motivazionali, psicoeducazione e psicoterapia c’è anche l’opportunità di partecipare a gruppi di terapia al femminile. I servizi dedicati al Gioco d’Azzardo Patologico si trovano in Via Fornovo 12 (lun ore 9.00 – 13.00 / 14.00 – 18.00; mer, gio e sab ore 9.00 – 13.00) e Largo Rovani 5 (lun-ven ore 8.00-14.00 e sab ore 8.00-13.00).

Ti potrebbero interessare anche:

SANITA'/Partita l'operazione M5Soccorso per fotografare l'emergenza nei pronto soccorso del Lazio
Modello Lazio, farmacia al centro della riorganizzazione
Policlinico Tor Vergata, la protesta continua. Lavoratori sul tetto
Istituto Nazionale Tumori Regina Elena: protesi stampate in 3D pronte per i pazienti
Che pasticcio alla Asl di Latina, serve un Commissario. Sarà Casati?
Scoppia il caso Anagni, punta da una calabrone, muore per shock anafilattico. Ma l'ospedale non c'è ...



wordpress stat