| categoria: Dall'interno

VITERBO/ “Gloria”, la macchina di Santa Rosa, prende forma

DSC_0371WANDA CHERUBINI
La Macchina di S. Rosa “Gloria” sta prendendo forma ed alle ore 13 già la seconda parte della struttura è stata posizionata. Intorno alle ore 18 “Gloria” svetterà in tutto il suo splendore su piazza San Sisto, ritrovato grazie al lavoro della ditta Fiorillo, che ha ritinteggiato la Macchina per renderla come nuova, candida come la neve.

Vincenzo Fiorillo, il costruttore di “Gloria”, si dice soddisfatto di come procedono i lavori di assemblaggio. “Per fortuna il tempo ci è stato d’aiuto- afferma- Lo scorso anno abbiamo avuto difficoltà per via del vento, invece, oggi tutto sta procedendo senza intoppi. Ci stiamo anche superando se vogliamo. Alle 21 abbiamo la benedizione della statua della Santa con il VescovoLino Fumagalli e le autorità che ci hanno garantito la loro presenza. In notturna faremo il posizionamento della statua e ci sarà un sorpresa stasera stessa. E’ una cosa bella, simpatica che stasera vedrete tutti nel momento della benedizione”.

Riguardo al trasporto di “Gloria” quello del 3 settembre dovrebbe essere l’ultimo, essendo il quinto anno, ma non sembrerebbe così scontata la cosa. “Non so cosa i nostri amministratori hanno in mente, ma posso dire che per fare la Macchina un anno è poco, ci vuole almeno un anno e mezzo – ha detto Fiorillo- Lo faccio ben volentieri qualora mi venga affidato l’ultimo trasporto. Noi siamo pronti. C’è un lavoro che nessuno vede, ma già da tempo stiamo lavorando sull’impianto elettrico, sull’allegorico, nelle varie riparazioni e nella riverniciatura. Ci saranno come novità delle piccole cose che vedremo stasera, ma è talmente bella la Macchina che migliorarla non è facile. Tutto quello che è stato fatto è sempre stato realizzato con la massima cura ed attenzione”

Sul fronte illuminazione, Fiorillo conferma che resterà la stessa dello scorso anno: “Ci saranno 600 luci artificiali e 600 a fiamma viva alimentati con la paraffina, liquido non incendiario anche ai fini della sicurezza che curiamo molto sotto tutti i punti di vista. Poi sottolineerei la religiosità di questo evento, perché senza Santa Rosa non si sarebbe la Macchina ed il suo trasporto”.

Da qualche anno sulla Macchina ci sono delle telecamere. “Per la sicurezza abbiamo posizionato quattro telecamere in accordo con i Carabinieri, la Questura, la Prefettura ed il Comune, per monitorare tutto il percorso della Macchina, dopo l’evento che c’è stato nel 2015.

Per quanto riguarda il peso della Macchina, infine, questo dovrebbe essere lo stesso dello scorso anno, come assicura il costruttore Fiorillo. “Comunque lo verificheremo il 2 settembre a mattina con gli uomini del 4°Reggimento di Sostegno Scorpione. So che il Comune ha già preso accordi con loro”.

Appuntamento, quindi questa sera alle 21 con la benedizione del Vescovo, il posizionamento in cima alla Macchina della statua di S. Rosa e le sorprese citate dal costruttore Fiorillo. Il sindaco Arena, inoltre, salirà sulla piattaforma mobile per posizionare dei fiori sulla statua di S. Rosa.

Ti potrebbero interessare anche:

Verbania, Belluno e Bolzano i capoluoghi più vivibili
Ravenna, affonda nave turca: feriti e dispersi
Scavi Pompei, la finanza sequestra 6 milioni di beni all'ex commissario Fiori
Melania: Parolisi condannato in appello a 20 anni
FOCUS/ Di Segni al Papa, un giorno torneremo uniti
Rimini, il branco ripreso da una telecamera di sorveglianza



wordpress stat