| categoria: sport

Champions: Juve non si distrae, super Higuain e Bayer ko

Ronaldo stecca fino all’89’, Dybala gli restituisce il sorriso

Questa volta la Juventus non sperpera il vantaggio, come aveva fatto a Madrid. Nella prima casalinga della stagione in Champions, liquida (3-0) il Bayer Leverkusen, sconfitto in casa nella prima giornata europea dal Lokomotiv Mosca ma brillante in Bundelisga. Il gioco bianconero non è un granchè, ma il risultato pieno arriva e con un successo rotondo, pur tra qualche difficoltà per l’opposizione tedesca, qualche pensiero inconscio per il faccia a faccia con l’Inter di domenica prossima e le tante, inconsuete, stecche di Ronaldo il quale si mangia 2-3 gol che in serate normali non avrebbe mai fallito, salvo per ritrovare il sorriso sull’imbucata di Dybala a 2′ dalla fine. A conti fatti, però, per la Juve è un’altra bella prova di forza, con Higuain in forma smagliante (splendido gol e assist), Cuadrado e Pjanic sempre concentrati, de Ligt in progresso.

IL MATCH DELLA JUVE – Sarri decide di risparmiare Ramsey, dopo tre partite consecutive in campionato (Verona, Brescia e Spal) ma insiste con il trequartista, Bernardeschi, dietro Higuain-CR7. Il Bayer all’ultimo deve fare a meno del capitano Bender, sostituito da Weiser. Havertz, il ventenne talento del Bayer si prende subito la scena con un velo in area che Alario, però non sfrutta l’idea, sparando il pallone in curva. Un altro tiro di Demirbay all’8′, sopra la traversa, fa capire che i tedeschi, secondi in Bundesliga, non sono venuti a Torino a far da spettatori. La Juve non riesce a esprimere il suo gioco, ma ci pensa Higuain (17′): lancio di Cuadrado, il difensore del Bayer Tah anticipa di testa, ma la palla rimane lì, il ‘Pipita’, se ne appropria e disegna un destro chirurgico sul palo interno. Pubblico bianconero in visibilio per la nuova prodezza dell’argentino. Poco dopo Ronaldo servito in area non trova il tempo giusto, questa volta Tah rimedia bene. Il palleggio del Bayer non è forse quello decantato da Sarri, alla vigilia, un po’ banale e fuori misura quando verticalizza, ma i tedeschi tengono comunque il campo bloccando i bianconeri, anche il loro gioco e’ un insipido e faticano ad andare al tiro. Al 39′ Higuain cerca il bis, ma il suo tiro incrociato viene respinto da Hradecky. Ronaldo, alla spasmodica ricerca del gol personale, sciupa (12’st): la parata di Hradecky è eccellente, ma è più errore del portoghese con la porta spalancata vicino al dischetto del rigore. Il Bayer ha più possesso palla, ma la Juve colpisce di nuovo (17’st): Higuain entra in area, salta Bender e mette in mezzo: Ronaldo, disturbato da un difensore, svirgola, arriva Bernardeschi e il suo sinistro non perdona. CR7 dimostra che è non serata – e se fosse un giocatore ‘normale’ probabilmente sarebbe sostituito prima – quando si divora un gol a colpo sicuro sul cross dell’inarrestabile Higuain (30′ st). Paulinho, lanciato in profondità, prova il pallonetto sull’uscita di Szczesny (33′) ma il tiro finisce sopra la traversa. Sarri mette mano ai cambi: fuori Khedira, Higuain e Bernardeschi, dentro Bentancur, Dybala e Ramsey e finalmente Ronaldo firma il gol fallito prima grazie all’assist di Dybala.

Ti potrebbero interessare anche:

CONI/ Malagò rinuncia alla indennità, andrà per fini sociali
Cassano non basta al Parma, il Bologna resiste
RUGBY/ 6 Nazioni, Italia a Cardiff: partenza in salita
Sacchi, troppi neri nelle giovanili. E scoppia la polemica
Torino padrone a Bergamo, Atalanta sempre in crisi
RI0 2016/ Tuffi, Dallapè e Cagnotto staccano il pass nel sincro



wordpress stat