| categoria: gusto

Domenica festival tortellino, menu con 23 varianti diverse

– Mentre infuria la polemica sul “tortellino dell’accoglienza” al pollo, torna domenica a Bologna per l’ottavo anno il Festival del tortellino. Una manifestazione in cui alcuni degli chef più importanti della città presenteranno non una ma 23 varianti di uno dei piatti simbolo della città: dal ripieno di razza, acciuga e bufala alla versione burro e limone, dalla mortadella all’amatriciana.

“Oggi piace molto fare polemica, è un metodo che si utilizza per dire delle cose, per essere ascoltati di più, ma noi proponiamo una filosofia”, spiega il presidente dell’associazione Tour-Tlen, Carlo Alberto Borsarini. Sulla stessa linea l’assessore comunale alla Cultura Matteo Lepore: “Nel menu troverete la risposta alla polemica odierna, chi vuole fare politica sul tortellino sbaglia strada”, ha sottolineato il braccio destro del sindaco, Virginio Merola, aggiungendo che “l’identità della città è fatta da chi la vive e chi la interpreta e se da chi la vive esce un tortellino alla razza, io dico ‘ben venga’”.

L’appuntamento è fissato per domenica 6 ottobre a palazzo Re Enzo, dalle 11.30 alle 22.30. Oltre ai tortellini (un assaggio 5 euro, carnet 5 assaggi 20 euro), saranno presenti anche le aziende del Consorzio Vini Colli Bolognesi e alcune delle pasticcerie più celebri di Bologna.

Il Comune, inoltre, sta lavorando per dare al tortellino bolognese il riconoscimento di prodotto a denominazione culturale, che codifichi l’autentica ricetta. Sarebbe la prima volta che accade sotto le Due Torri.(ANSA).

Ti potrebbero interessare anche:

Birre al limone di Sorrento e castagna di Montella, la Campania ci prova
Il Birrafondaio, il mondo della birra in una rivista
Cibo di strada ha decalogo e marchio Artigiano del Gusto
Cucina del benessere approda a Roma, mangiare jap è più zen
Vaniglia naturale a rischio, sale domanda e produzione cala
AL MERCATO FIVI A CINECITTÀ 200 VIGNAIOLI INDIPENDENTI



wordpress stat