| categoria: Cultura

Raffaello, da Urbino alla modernità

Un lungo viaggio da Urbino verso la modernità, per conoscere conquiste e intuizioni di un genio della pittura mondiale: apre il 3 ottobre la grande mostra “Raffaello e gli amici di Urbino”, alla Galleria Nazionale delle Marche – Palazzo Ducale fino al 19 gennaio. Frutto di una approfondita campagna di studi, la mostra, a cura di Barbara Agosti e Silvia Ginzburg, conduce alla scoperta delle tappe principali della vita e della carriera di Raffaello Sanzio, alla luce delle relazioni che egli ebbe con artisti attivi a Urbino, come i concittadini Girolamo Genga e Timoteo Viti. Seguendo le peregrinazioni geografiche di Raffaello – tra Urbino, Firenze, Siena e Roma – il percorso documenta quale fu il contesto nel quale riuscì a emergere la sua genialità, quali le scelte formali e le influenze. Una mostra preziosa, con oltre 80 opere di cui 19 di Raffaello,

Ti potrebbero interessare anche:

Claudio Abbado, gli 'Abbadiani Itineranti': 'Parlava con la musica'
MEDICINA/ Fotografata 'in diretta' l'invasione di virus nelle cellule
LIBRI/ Censura al romanzo di Bisignani al Salone di Torino
MOSTRE/ A Prato opere di Bellini, Caravaggio e Tiepolo
Napoli piange il suo Luca, all'Augusteo gli ultimi applausi
VITERBO- Torna "Cubo Festival. un borgo di Libri"



wordpress stat