| categoria: economia

‘Intesa sui rider, lavoro subordinato e tutele’

LA PROCURA DI MILANO INDAGA SULLA SICUREZZA DEI RIDER
Anche divieto cottimo e paga minima oraria collegata a contratti

“La maggioranza ha trovato l’accordo sui riders. L’emendamento, che sarà presentato al cosiddetto Decreto Crisi al Senato, prevede per i ciclofattorini impiegati in maniera continuativa le tutele del lavoro subordinato mentre per coloro che lavorano in maniera occasionale un pacchetto minimo di diritti inderogabili (divieto di cottimo, paga minima oraria collegata ai Ccnl, salute e sicurezza, tutele previdenziali) a cui può affiancarsi una regolamentazione specifica tramite la stipula di contratti collettivi”. Lo rende noto il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo.

Quindi ci sarà un doppio binario: per i ciclofattorini impiegati in maniera continuativa sono previste le tutele del lavoro subordinato mentre per coloro che lavorano in maniera occasionale e discontinua c’è un pacchetto minimo di diritti inderogabili. Il principale obiettivo di questo intervento, si spiega nel comunicato, “è stimolare, anche in tale settore, la contrattazione collettiva che avrà il compito di regolare in concreto la figura dei rider”. Catalfo si dice “molto soddisfatta” perché, sottolinea, “finalmente anche questi lavoratori avranno maggiori diritti e tutele”.

Ti potrebbero interessare anche:

TRASPORTI/ Revocato lo sciopero di bus e metro dell'8 febbraio
Riso, Regione Piemonte chiede una nuova legge sul commercio
ALITALIA/ Poste pronta con 65 milioni ma Etihad è preoccupata, dead line il 31?
Imu e Tasi, per le imprese in arrivo stangata da 5 miliardi
Cina e greggio frenano le Borse
Istat: disoccupazione risale all'11,7%, ma occupati crescono +51 mila



wordpress stat