| categoria: In breve

VITERBO/ Progetti regionali per ragazzi disabili

giardino-arcobaleno14-640x450di WANDA CHERUBINI-
“I tesori dell’arcobaleno” e “Dal cucuzzolo della montagna” sono progetti finanziati dalla Regione Lazio nell’ambito del bando regionale Comunità solidali che rispondono a tre obiettivi raggiunti: autonomia, comunicazione ed integrazione. Questa mattina i progetti sono stati presentati con le testimonianze dei ragazzi che li hanno vissuti a livello locale dell’Asd Sorrisi che nuotano Eta Beta e dall’associazione “Campo delle Rose”. In sala Regia, alla presenza del sindaco Giovanni Maria Arena, dell’assessore ai servizi sociali Antonella Sberna, dell’assessore regionale alle politiche sociali Alessandra Troncarelli, del presidente della consulta del volontariato Sergio Insogna, dei consiglieri Alvaro Ricci e Matteo Achilli, dei responsabili dei due progetti, Maurizio Casciani, presidente ASD Sorrisi che nuotano Eta Beta e Graziella Iacoponi, presidente associazione “Campo delle Rose ONLUS”, di Marco Marcelli, direttore UOC TSMREE e UOSDDA Asl Viterbo e padre di Alessandro, di Maria Bonifazi, volontaria associazione Campo delle Rose e madre di Barbara, di Paolo Bartoloni, volontario ASD Sorrisi che nuotano Eta Beta sono stati illustrati i due progetti. Il primo, “Dal cucuzzolo della montagna” ha riguardato venti giovani con disabilità, come ha spiegato Maurizio Casciani , in età compresa tra gli 8 e i 14 anni, d cui uno con disturbo dello spettro autistico e due con disabilità di tipo sensoriale. “Ogni attività ha contribuito ad un cambiamento dei beneficiari con risultati raggiunti nel campo dell’integrazione, nell’area dell’autonomia sociale, nelle sfere motorie e relazionali – ha evidenziato Casciani – Molto soddisfatti i ragazzi e le famiglie dei risultati ottenuti tanti che la speranza è quella di replicare tale sperimentazione non solo nell’ambito della Tuscia, ma anche in altre realtà territoriali”.

Il progetto “I tesori dell’arcobaleno”, invece, ha portato alla creazione di un giardino lussureggiante in un terreno precedentemente incolto, come ha spiegato Graziella Iacoponi. “Attraverso piccoli lavori di giardinaggio sono state messe a dimora svariate varietà di gemme – ha riferito Iacoponi – Con la grande fioritura primaverile si è provveduto alla raccolta dei fiori e dei boccioli di rosa attraverso cui sono stati realizzati sciroppi e graziose bomboniere”.

Molto significativa la testimonianza di Maria Bonifazi, volontaria e mamma di Barbara, che ha affermato: “Il progetto ha permesso a mia figlia di sentirsi libera e serena. Durante i mesi di attività ho letto sul viso e nei comportamenti di mia figlia le emozioni provate. La sua voce sono i sentimenti”.

Marco Marcelli ha evidenziato che si tratta di progetti che, con tagli diversi, conducono all’autonomia, dando un maggiore senso di sicurezza ai ragazzi. “La sanità arriva fino ad un dato livello – ha precisato – poi subentrano le associazioni e il conseguente miglioramento della qualità della vita dei soggetti”.

Per il sindaco Arena i giovani devono considerarsi fortunati quando si trovano ad avere in classe un compagno con disabilità, mentre l’assessore Sberna ha chiesto alla Regione un piano di zona con finanziamento triennale “fondamentale per avere nel campo del terzo settore un calendario più mirato e programmato”.

L’assessore regionale Troncarelli ha evidenziato la necessità di ampliare la platea ed i beneficiari dei progetti. A tal fine ha annunciato che nei prossimi giorni, verranno convocati i sindacati per fare una nota congiunta, con Regione e Ance Lazio e chiedere, entro novembre, dei tavoli di progettazione per implementare i servizi esistenti e quelli che si svilupperanno in futuro.

La conferenza si è conclusa con l’inaugurazione della mostra fotografica “Il Giardino Arcobaleno”, presso la Sala degli Almadiani, in piazza dei Caduti, con le foto dei ragazzi coinvolti nei rispettivi progetti. La mostra resterà aperta fino a sabato 19 ottobre.

Ti potrebbero interessare anche:

Bloody Mary compie 80 anni, drink segnò fine proibizionismo
Addio a Livia Danese, moglie di Giulio Andreotti
Sole a Campo Imperatore,7 gradi in quota
Ruotino di scorta, quello che non hai osato mai chiedere
Gioco online, trend di crescita ancora positivo nel 2019
MIGRANTI: TUNISIA SVENTA DUE PARTENZE VERSO COSTE ITALIANE



wordpress stat