| categoria: sport

FOCUS/ CALCIO: BASTA OKAKA E L’UDINESE VOLA, TORINO VA KO

L’Udinese stende il Torino con un’incornata di Okaka al termine del primo tempo e aggancia l’avversario in classifica. Decisiva la prima frazione di gara, dominata dai bianconeri. I granata, impalpabili per i primi 45′, si risvegliano nella ripresa, ma è ormai troppo tardi per raddrizzare la gara. I friulani si difendono con ordine e attenzione e il risultato non cambia più. L’Udinese parte forte e prima ancora dello scadere del 2′ di gioco colleziona già una netta occasione per portarsi in vantaggio. Sema si accentra al limite dell’area e calibra un tiro che si stampa contro il palo della porta difesa da Sirigu. Il pallone torna in campo e capita dritto dritto sui piedi di Okaka che calcia a porta praticamente vuota, ma la sua conclusione termina sul fondo. Pressing alto e ritmi intensi. Il primo tempo resta tutto in mano bianconera, con l’Udinese ancora una volta vicina al gol con una botta dalla distanza di Jajalo al 13′, deviata in corner da un attento Sirigu. Il Torino è inconsistente. Il giro-palla granata non produce effetti se non un tiro privo di qualsiasi velleità offensiva che Lukic al 17′ indirizza verso la porta bianconera. Un tiro facile parata di Musso, per il resto completamente inoperoso. L’Udinese produce gioco e occasioni fino al 42′ quando sblocca la gara. Sema crossa dalla sinistra in area, Mandragora dalla destra fa sponda di testa per l’incornata di Okaka appostato sull’angolino opposto per il gol del vantaggio. Il Torino si risveglia in avvio di ripresa. Mazzarri inserisce Zaza al posto di Lukic, mettendolo al fianco di Belotti. E il «Gallo» cerca subito il gol con una rovesciata a due passi da Musso che si salva alzando sopra la traversa. L’Udinese soffre la pressione granata e si schiaccia in difesa ma stringe i denti e difende il vantaggio. Ne nasce una partita sporca e combattuta, costellata di tanti contrasti, falli e continue interruzioni del gioco. Il Torino insiste alla ricerca del pareggio, sfiorato due volte nel finale prima con un sinistro insidioso di Iago Falque sporcato da una deviazione di Ekong che spiazza Musso ma finisce di poco a lato e poi con un tiro di Belotti, ancora una volta sul fondo. L’Udinese risponde con una botta di De Paul, alzata in angolo da Sirigu, e poi regge all’assalto finale fino all’ultimo dei 4′ di recupero concessi dal direttore di gara

Ti potrebbero interessare anche:

Balotelli e Abbiati salvano il terzo posto del Milan. Il Torino non gradisce
Seedorf segue il corso di allenatore a distanza. Per tornare al Milan?
L'arbitro rovina Juve-Roma, rigori, espulsioni. Finisce 3-2
Mancini, l'Inter ha troppa paura, il terzo posto si fa difficile
Palermo sale al settimo posto con il "portafortuna Mattarella". Battuto il Verona
Juventus Pescara 3-0, Bianconeri a +7 sulla Roma



wordpress stat