| categoria: Dall'interno

TORNANO NELLA TUSCIA LE “FESTE DELL’OLIO”

di WANDA CHERUBINI

VITERBO –Tornano nella Tuscia le “Feste dell’olio”, che coinvolgeranno i comuni di Vignanello, Blera, Gallese, Vetralla e Canino. Si comincia venerdì a Vignanello, dove la 20esima festa dell’Olio e del Vino novello andrà in scena dall’8 al 10 e dal 15 all’17 novembre. Nel weekend dall’8 al 10 novembre sarà la volta anche di Blera con “Per San Martino ogni mosto diventa vino”. ll terzo appuntamento sarà a Gallese, il 16 e 17 novembre. La 17esima edizione di “Si v’olio” a Vetralla è in programma invece, dal 23 novembre al 14 dicembre. A chiudere il calendario delle feste dell’olio,  la 59esima edizione della Sagra dell’Olivo di Canino. Questa mattina si è svolta la presentazione dell’evento presso la Camera di Commercio di Viterbo, alla presenza del presidente dell’ente camerale, Domenico Merlani, del segretario Francesco Monzillo,  del vicesindaco di Vignanello Sabrina Sciarrini, del sindaco di Blera Elena Tolomei, del sindaco di Gallese Danilo Piersanti, di Angelo Russo, responsabile agricoltura e commercio di Vetralla e del vicesindaco di Canino Augusto Onori. L’edizione 2019 delle feste dell’olio conta un centinaio di appuntamenti che avranno come protagonista l’“oro verde” che sarà al centro di degustazioni, visite guidate e spettacoli dal vivo. “L’olio è il principe di questa terra di sapori – ha esordito Domenico Merlani -. Siamo passati da una semplice produzione agricola ad un driver di sviluppo. Nell’ambito del progetto “Tuscia Experience”, nove aziende si occupano di olio”. Unica nota dolente la produzione che nel 2019 ha registrato una flessione del 40% , anche se i dati differiscono da un luogo all’altro. “La festa dell’olio – spiega Sabrina Sciarrini –  incontra quella del vino per rinforzare i dettagli della produzione. Arte, cultura, storia e spettacoli animeranno una kermesse attenta al valore dell’educazione, che si sposa con il buon gusto del nostro olio”. Ha aggiunto Elena Tolomei: “Siamo alla 12esima edizione ed abbiamo in calendario svariati eventi. Le cantine saranno aperte con il menù a prezzo fisso. Presenteremo otto spettacoli musicali itineranti ed offriremo degustazioni e visite gratuite all’interno del territorio”. Per Gallese si tratterà di “due giorni di corpose iniziative” come ha evidenziato Danilo Piersanti, “in cui degustazioni e percorsi enogastronomici si uniranno a passeggiate nelle campagne del comune della provincia”. A Vetralla, invece, l’attenzione sarà posta su un importante studio dell’Università La Sapienza di Roma, come ha sottolineato Angelo Russo,  dal titolo “Olio e salute”. Quattro conferenze, introdotte da esperti, tratteranno il tema dell’olio come medicamento, elemento impagabile nel campo della ricerca. Degustazioni, frantoi aperti e mercatini orneranno la manifestazione”. Infine, a Canino, come illustrato da  Augusto Onori,  l’evento sarà introdotto dal patto di amicizia con il comune di Allumiere (Roma) e la tradizionale maratonina che, lo scorso anno, ha visto la partecipazione di oltre 600 iscritti. Ma una novità particolare sarà data rappresentata dal lavoro degli studenti dell’istituto Alberghiero di Farnese, che proporranno degli innovativi cioccolatini all’olio. A  conclusione, Monzillo ha rimarcato come l’’olio sia essenziale nel progetto di turismo esperienziale Tuscia Experience, tanto che  delle 32 attività artistiche, nove sono frantoi

“, che coinvolgeranno i comuni di Vignanello, Blera, Gallese, Vetralla e Canino. Si comincia venerdì a Vignanello, dove la 20esima festa dell’Olio e del Vino novello andrà in scena dall’8 al 10 e dal 15 all’17 novembre. Nel weekend dall’8 al 10 novembre sarà la volta anche di Blera con “Per San Martino ogni mosto diventa vino”. ll terzo appuntamento sarà a Gallese, il 16 e 17 novembre. La 17esima edizione di “Si v’olio” a Vetralla è in programma invece, dal 23 novembre al 14 dicembre. A chiudere il calendario delle feste dell’olio,  la 59esima edizione della Sagra dell’Olivo di Canino. Questa mattina si è svolta la presentazione dell’evento presso la Camera di Commercio di Viterbo, alla presenza del presidente dell’ente camerale, Domenico Merlani, del segretario Francesco Monzillo,  del vicesindaco di Vignanello Sabrina Sciarrini, del sindaco di Blera Elena Tolomei, del sindaco di Gallese Danilo Piersanti, di Angelo Russo, responsabile agricoltura e commercio di Vetralla e del vicesindaco di Canino Augusto Onori. L’edizione 2019 delle feste dell’olio conta un centinaio di appuntamenti che avranno come protagonista l’“oro verde” che sarà al centro di degustazioni, visite guidate e spettacoli dal vivo. “L’olio è il principe di questa terra di sapori – ha esordito Domenico Merlani -. Siamo passati da una semplice produzione agricola ad un driver di sviluppo. Nell’ambito del progetto “Tuscia Experience”, nove aziende si occupano di olio”. Unica nota dolente la produzione che nel 2019 ha registrato una flessione del 40% , anche se i dati differiscono da un luogo all’altro. “La festa dell’olio – spiega Sabrina Sciarrini –  incontra quella del vino per rinforzare i dettagli della produzione. Arte, cultura, storia e spettacoli animeranno una kermesse attenta al valore dell’educazione, che si sposa con il buon gusto del nostro olio”. Ha aggiunto Elena Tolomei: “Siamo alla 12esima edizione ed abbiamo in calendario svariati eventi. Le cantine saranno aperte con il menù a prezzo fisso. Presenteremo otto spettacoli musicali itineranti ed offriremo degustazioni e visite gratuite all’interno del territorio”. Per Gallese si tratterà di “due giorni di corpose iniziative” come ha evidenziato Danilo Piersanti, “in cui degustazioni e percorsi enogastronomici si uniranno a passeggiate nelle campagne del comune della provincia”. A Vetralla, invece, l’attenzione sarà posta su un importante studio dell’Università La Sapienza di Roma, come ha sottolineato Angelo Russo,  dal titolo “Olio e salute”. Quattro conferenze, introdotte da esperti, tratteranno il tema dell’olio come medicamento, elemento impagabile nel campo della ricerca. Degustazioni, frantoi aperti e mercatini orneranno la manifestazione”. Infine, a Canino, come illustrato da  Augusto Onori,  l’evento sarà introdotto dal patto di amicizia con il comune di Allumiere (Roma) e la tradizionale maratonina che, lo scorso anno, ha visto la partecipazione di oltre 600 iscritti. Ma una novità particolare sarà data rappresentata dal lavoro degli studenti dell’istituto Alberghiero di Farnese, che proporranno degli innovativi cioccolatini all’olio. A  conclusione, Monzillo ha rimarcato come l’’olio sia essenziale nel progetto di turismo esperienziale Tuscia Experience, tanto che  delle 32 attività artistiche, nove sono frantoi

Ti potrebbero interessare anche:

ANCONA/ GdF scopre maxi-evasione internazionale da oltre 25 milioni
Bagno di folla per Papa Francesco a Guidonia
Ancora allarme valanghe, un morto in Valle d'Aosta
Valanghe a Cortina, muore olandese fuori pista
Papa Francesco: «Sulla pedofilia la Chiesa ha affrontato crimini in ritardo»
Firenze, in fiamme l'armeria della questura: morto un poliziotto



wordpress stat