| categoria: economia, società

Liu Jo acquista Blumarine, una fusione tutta italiana

Foto Marco Marchi due

 

Due brand della moda giovanile si uniscono per consolidare un sodalizio molto importante per il mondo della moda: il patron di Liu-Jo, azienda di abbigliamento nata a Carpi (Modena), Marco Marchi, ha acquistato il brand Blumarine, storico nome della moda nato sempre nella città in provincia di Modena, a Carpi appunto, storico polo del tessile italiano, dai coniugi Anna Molinari e Gianpaolo Tarabini. L’annuncio arriva dopo mesi di indiscrezioni, ed ora l’acquisizione è ufficiale.

Anna Molinari resterà ambasiatrice del brand.

Lo stesso Marchi, che aveva fondato il marchio Liu Jo nel 1995 con il fratello Vannis, aveva dichiarato che il logo Blumarine, fondato nel 1977, “è il sogno di ogni carpigiano”, così tutti immaginavano vicino il passaggio di consegne. Al momento non sono noti i dettagli dell’operazione. Ma tutto è accaduto a pochi giorni dall’ingresso di Marco Marchi nella compagine societaria di un altro storico marchio del Nordest, Coin, la catena di department store italiana, di cui detiene una quota del 15%.

Coin ha ripreso la sua crescita con la recente trasformazione dello store di Trieste in quello che è diventato il terzo Coin Excelsior, dopo l’apertura di Roma Cola di Rienzo e della shopping destination presso il CityLife Shopping District di Milano, affiancando ai marchi più affermati i brand di tendenza, attraverso una ricerca accurata.

Ti potrebbero interessare anche:

INFLAZIONE/ Codacons, stangata da 335 euro per una famiglia di tre persone
Vino, mai così bassi i consumi dall'unità d'Italia
MEDIOBANCA/Sfuma l'ipotesi del socio estero al posto di Groupama
Prezzi, a marzo il carrello della spesa scende ancora
Perché tanti centenari a San Marco dei Cavoti ( Benevento)?
Ricchi-poveri, un divario abissale. Ceto medio ko e i politici incassano



wordpress stat