| categoria: sanità Lazio

Zingaretti si ricordi che è uscito dal tunnel anche grazie al sacrificio degli imprenditori privati

untitledJessica Faroni, presidente di Aiop Lazio ricorda che  nel periodo 2008-2015  i budget delle case di cura hanno subito un ridimensionamento superiore al 30% e chiede che questo fondamentale contributo venga riconosciuto e valutato su ogni tavolo negoziale

“Se per la Sanità del Lazio la lunga stagione dei sacrifici e delle criticità sembra stia finalmente per chiudersi, e non possiamo non esprimere la nostra soddisfazione per questo traguardo faticosamente raggiunto, crediamo sia giusto sottolineare il fondamentale contributo che i privati hanno dovuto assicurare  in questo periodo e riteniamo debba essere riconosciuto e valutato su ogni tavolo negoziale”. Così Jessica Faroni, presidente di Aiop Lazio sul’annuncio del presidente Zingaretti in merito all’ultima riunione del tavolo del Mef sui conti della Sanità del Lazio e sulla imminente uscita dal commissariamento. “I dati parlano chiaro, nel periodo 2008-2015  i budget delle Case di Cura hanno subito un pesantissimo ridimensionamento che ha costretto l’intero settore a rivedere piani di sviluppo e strategie – spiega la presidente di Aiop Lazio – il taglio ha raggiunto e superato il 30% , passando   da 670.032.249 a 451257428 euro.  Particolarmente oneroso, in questo contesto,  il sacrifico fatto nel settore della riabilitazione”. “ I nostri associati– conclude Jessica Faroni –  si aspettano ora che lo sforzo compiuto si traduca in nuove forme di collaborazione e di dialogo. Zingaretti afferma che Il tavolo  ha valutato e confermato un utile per il 2018 dei conti della sanità del Lazio di oltre 6 milioni, e  per il 2019 ha previsto un tendenziale che andrà oltre i 50 milioni di euro. Tutto bene. Ora la Regione si ricordi anche di chi è stato fortemente penalizzato e che comunque è stato al suo posto a continuare ad investire per il bene della comunità”.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Le strutture del San Raffaele non chiudono, ma gli stipendi non vengono pagati
Un nuovo ambulatorio di cardiologia a Roma
Nel Lazio audizioni CRL su salute mentale e pronto soccorso
Spallanzani, "congelato" il reparto delle morti sospette
SANITA'CAOS/ Zingaretti annunciava 3500 assunzioni, ce ne saranno trecento
Zanzara tigre. D’Amato: “Una task force per una prevenzione in rete”



wordpress stat