| categoria: sport

NUOTO: FESTA GRANDE ITALIA, PELLEGRINI D’ARGENTO NEI 200

Federica Pellegrini continua a scrivere il suo libro da fuoriclasse assoluta e conquista l’argento nei 200 stile libero, vinti in 1’52«77 dalla britannica Freya Anderson che concede il bis dopo il successo nei 100 e soprattutto beffa l’azzurra nel finale. Per la ‘divinà è la 16/a medaglia in vasca corta, 52/ma complessiva, per un 2019 che rimane da incorniciare dopo lo strepitoso oro iridato a Gwangju. »Non mi ero accorta della britannica – spiega la la campionessa di Spinea – Ma va comunque bene così, considerando che alla vigilia non sono stata molto bene di stomaco: non vuole essere una scusa. La gara non è stata nuotata su tempi eccezionali. Sono contenta, considerando la fase della stagione e poi un argento è sempre una medaglia importante«. Il pomeriggio scozzese si apre con una splendida doppietta delle raniste azzurre: sempre più sicura dei propri mezzi, in acqua senza paura e timori reverenziali, Martina Carraro vince l’oro nei 100 rana, trascinandosi Arianna Castiglioni, medaglia d’argento. »Il tempo oggi non contava molto – spiega la Carraro – Certo per me è un’emozione incredibile perché non sono mai salita sul gradino più alto del podio in una manifestazione internazionale. Dedico questa medaglia alla mia famiglia che mi ha sempre sostenuto, con un pensiero particolare rivolto a mio padre«. Le fa eco un’incredula Castiglioni: »Alla vigilia non ero tanto convinta – spiega Castiglioni – Poi la forma e la fiducia sono cresciute con il passare delle giornate e adesso eccomi qui con Martina a festeggiare. Devo dire che la Scozia mi porta molto fortuna«. Medaglia storica quella conquistata da Arianna Castiglioni, la duecentesima dell’Italia agli Europei in vasca corta. Fabio Scozzoli si concede uno strepitoso bis e si prende il bronzo nei 100 rana, dopo quello conquistato nella giornata d’apertura nei 50. Il trentunenne emiliano tocca in 56»55 per la quinta prestazione personale di sempre; chiude quinto un ottimo Nicolò Martinenghi, che scende per la prima volta in carriera sotto i 57«, e chiude in 56»70 . «Ero convinto che la medaglia potesse arrivare e così è stato – commenta Scozzoli – L’olandese era inarrivabile questo pomeriggio. Domani c’è la staffetta e quindi non c’è il tempo per mollare». Ilaria Cusinato è quinta nei 200 misti. La 20enne di Cittadella, terza in Danimarca due anni fa nei 200 misti e già di bronzo nella doppia distanza in Scozia – tocca in 2’08«42; oro alla Iron Lady ungherese Katinka Hosszu in 2’04»68. «Oggi qualcosa non è andato per il meglio, forse sto accusando un pò di stanchezza – spiega la primatista italiana (2’06»17) – peccato perché la medaglia era alla mia portata. Sono felice di quanto fatto fin qui: sto rinascendo dopo un periodo non facile«. 

Ti potrebbero interessare anche:

Inter resta in 9 e va ko con il Torino
Doping di Stato, il Tas respinge il ricorso niente atletica russa a Rio
BASKETINCARROZZINA/ S.Lucia Roma e UnipolSai Briantea 84 Cantù si giocano la Supercoppa
France Football, Rugani rivelazione anno
TORINO STRAVINCE, 4-0 A CAGLIARI DOPO LUNGO DIGIUNO
IL SASSUOLO SI SCIOGLIE, EURO-VITTORIA DELLA SAMP 5-3



wordpress stat