| categoria: editoriale

Il paradosso della politica, destra-super ma non basta

Una destra super, martellante. In ascesa. Tutta insieme data a volte quasi al 50%, comunque sempre sopra il 40%.  Un leader che sembrava inarrestabile, Salvini, una leader in ascesa continua, la Meloni. Contro un Pd in eterno affanno e il M5S in caduta libera e in mezzo, a galleggiare, Italia Viva di Renzi a giostrare sul filo delle alleanze e dei confini elettorali. La linea, pur confusa, sembrava segnata. Ti distrai un attimo e il quadro è completamente cambiato. I media descrivono un premier amatissimo e blindato, leader a sorpresa, un Renzi affondato dalla magistratura e dalla difficoltà del suo ruolo di guastatore, ma soprattutto un centro destra in forte difficoltà. Paradosso, ha con sé certamente quasi la metà degli italiani, ma i media stanno dipingendo (e finiranno per convincere milioni di elettori) una realtà diversa sul piano politico. La Lega aveva il paese in man o e se lo è fatto scippare, Salvini da monarca assoluto è diventato un pericolo per tutti, oltre che per se stesso, e adesso rischia processi a valanga, spunto sul baratro dagli ex alleati grillini. La Meloni continua la sua ascesa in solitaria, ma è impensabile che diventi in fretta il leader di riserva del centro destra. La magistratura scopre che oltre a quelli di Forza Italia, anche gli uomini di Fratelli d’Italia pososno finire nei guai, ed essere compromessi. Una china pericolosa. Infine Forza Italia è a un passo dal prepensionamento. Impensabile un recupero di Berlusconi, il partito perde i pezzi e la sua credibilità è al minimo storico. In sostanza l’anomalia continua, il paese è più vicino alla destra ma è governato dalla sinistra alla quale l’elettorato peraltro non crede più da un pezzo. L’economia va male,  la nuova manovra farà nuove vittime, gli scandali si susseguono, la malavita organizzata fa i suoi affari e le banche falliscono, l’ambiente si ribella e frana come non era mai accaduto prima. Come si possa uscire da questo brutto sogno non si sa.

Ti potrebbero interessare anche:

Bersani, la solitudine di un segretario che non riesce ad essere leader
Cosa succede se la gente non va più a votare
Fori off limits, quell'ultimo favore (negato) al sindaco Marino
Silvio e Alfio, un matrimonio di interesse che può funzionare
M5S e caso Parma. Lezione per tutti o autogol?
Da che parte sta il Quirinale?



wordpress stat