| categoria: attualità

AUTOSTRADE: FONTI FINANZIARIE, REVOCA CONCESSIONI STOP INVESTIMENTI, 7000 POSTI A RISCHIO

– Stop agli investimenti in programma per circa 10,5 miliardi, 7000 posti di lavoro a rischio, mancanza di risorse per il ripagamento di circa 10,8 miliardi di debito con il conseguente fallimento della società. Sono questi gli effetti che deriverebbero dalla revoca della concessione ad Autostrade per l’Italia. È quanto emerge dall’analisi svolta da fonti finanziarie che hanno esaminato le conseguenze dell’eventuale decisione del Governo su questo fronte. Autostrade per l’Italia ha in programma oltre 10,5 miliardi euro di investimenti previsti dai piani concessori, alcuni già autorizzati e in corso di avvio, fortemente richiesti dal territorio (per es. il Passante di Genova e il Passante di Bologna) che in caso di revoca per legge delle concessione ovviamente non potrebbero essere più finanziati con capitali privati e difficilmente potrebbero essere riaffidati in concessione attesa la sicura riluttanza a finanziare tali opere senza più dimostrata certezza contrattuale. Sul versante occupazionale, la revoca per legge, calcolano le stesse fonti, metterebbe seriamente a rischio il posto di lavoro di 7.000 dipendenti in Italia (a cui si aggiungerebbe un indotto di altre decine di migliaia di dipendenti) disperdendo il know how di uno dei pochi campioni nazionali, rappresentando Autostrade per l’Italia un leader nel mercato europeo e internazionale

Ti potrebbero interessare anche:

Trani, una piccola procura che indaga sulle grandi banche
Ucciso un uomo in Calabria. Era incensurato
Italia-Ue scontro aperto. Juncker: Renzi non offenda la Commissione
Aosta, malore per Luciano Violante, ex presidente della Camera. E' incosciente
TERREMOTO/ Settemila uomini in campo, tremila i mezzi di soccorso
Giorno della Memoria, il mondo ricorda l'orrore della Shoah



wordpress stat