| categoria: editoriale, Senza categoria

Il solito Mattarella, l’ipocrisia della politica

Le solite parole, i soliti discorsi intrisi di retorica, non destano interesse nè emozioni. Il rituale del discorso di fine anno di un grigio presidente della Repubblica è materia obbligata per i media, tv, carta stampata, tutti costretti a riprendere, chiosare, commentare le parole di Mattarella. Ma dietro e sotto quella immagine stereotipata non c’è niente. L’Italia va in malora, arranca, la politica è in tilt, non è decisamente all’altezza. Ma l’ipocrisia di chi ha il potere induce o costringe a mentire. Non ci crede nessuno, a quei discorsi retorici e pomposi. E nessuno ha il pudore di tacere o il coraggio di chiedere scusa al paese per la manifesta incapacità di risolvere i mille problemi. Siamo in mano a un pugno di incompetenti e il presidente della Repubblica non ha il coraggio di denunciare la situazione. Tace, sfuma,

Ti potrebbero interessare anche:

Gravi scontri davanti al consolato francese a Karachi
MAFIA/ Ostia verso il commissariamento, "illegalità diffusa"
Sorride l'Udinese, 1-0 al Frosinone
RIFIUTI ROMA/ Per il dopo-Fortini verso un amministratore unico dell'Ama
E'morto Tomas Milian, attore cubano. Per tutti Er Monnezza
Ama, la protesta in Campidoglio dei lavoratori in sciopero: vogliamo certezze



wordpress stat