| categoria: esteri

NEL REGNO UNITO UNA LUNGA SCIA DI SANGUE,I PRECEDENTI

– Il terrorismo che da anni insanguina periodicamente l’Europa ha provocato finora centinaia di vittime, soprattutto civili: una vera guerra lanciata dalla galassia jihadista contro l’Occidente. Che tra i luoghi più colpiti vede proprio Londra e più in generale il Regno Unito. L’attacco con il coltello avvenuto a Streatham, del quale ancora non è ancora chiara la matrice, anche se la polizia indaga per terrorismo, e in cui non si sono registrati morti a parte l’autore dell’attentato, segue di appena qualche mese quello avvenuto al London Bridge il 29 novembre dell’anno scorso. Nel pieno centro di Londra cinque persone furono accoltellate. Due morirono. L’autore, Usman Khan, fu ucciso dalla polizia che aprì il fuoco per fermarlo. Era stato rilasciato appena un anno prima su licenza dal carcere dopo avere scontato una pena per reati legati al terrorismo. In precedenza, il 2017 fu un anno nero per il Regno Unito: il 22 marzo, nel primo anniversario dell’attentato a Bruxelles, un cittadino di fede islamica, Khalid Masood, falciò i pedoni con un suv sul ponte di Westminster a Londra e poi accoltellò un agente a morte prima di essere abbattuto a sua volta. Le vittime furono cinque. Esattamente due mesi dopo, il 22 maggio, un altro attentatore colpì a Manchester, al termine di un concerto della cantante americana Ariana Grande. Il giovane Salman Ramadan Abedi, di origine libica, si fece esplodere in mezzo alla folla: i morti furono 23 e 122 rimasero feriti. Il 3 giugno il terrorismo prese ancora di mira Londra, sempre sul London Bridge: tre uomini a bordo di un furgone investirono i pedoni sul marciapiede. Poi proseguirono a piedi in un’area affollata di bar e locali accoltellando i passanti a casaccio. I tre, che indossavano finte cinture esplosive, furono uccisi anche in quella circostanza dalla polizia. Alla fine si contarono otto morti. Il 7 luglio del 2005, una serie di attentatori suicidi colpirono tre treni della metropolitana e un autobus. I morti furono 56, compresi gli attentatori, e circa 700 i feriti.

Ti potrebbero interessare anche:

La Corea del Nord arresta un 85enne americano: "Criminale di guerra"
UCRAINA/Timoshenko è libera 'La dittatura è caduta'
SCHEDA/ Sgravi fiscali e infrastrutture, la road map di Obama
SIRIA/ Plebiscito annunciato, Assad vince con l'88%
Perù, polizia spara contro contadini anti-miniera: 3 morti e 17 feriti
Siria, bomba al ristorante: 21 morti, 5 sono soldati Usa. L’Isis rivendica



wordpress stat