| categoria: attualità

SCHEDA/ CORONAVIRUS: COSÌ SONO ENTRATI NELLE FILA NEMICHE

– Una lotta contro il tempo per arrivare, a 48 ore dal ricovero dei due cinesi a cui è stato diagnosticato il coronavirus, ad entrare nelle fila del nemico per colpirlo al cuore. Ecco come si è mosso l’esercito dello Spallanzani. La diagnosi è stata fatta su base molecolare, e cioè la ricerca dell’rna del virus, e in tempo di record, sui primi due pazienti. Sempre a tempo di record sui primi due pazienti è stato ottenuto il virus isolato in coltura, cioè il campione biologico del paziente che è stato fatto crescere su delle cellule. Dopo circa 24 ore si è osservato l’effetto citopatico. In quella coltura è stata riscontrata la presenza del virus in quantità compatibile con il fatto che stava crescendo. «Quando si scoprono virus nuovi – ha spiegato la direttrice del laboratorio di Virologia dell’Inmi Spallanzani Maria Capobianchi – il materiale di partenza iniziale cruciale è proprio il virus. Averlo a disposizione, e avere anche un sistema di crescita e coltivazione in vitro, ci dà uno strumento per perfezionare l’attuale diagnosi, che è molecolare, e perfezionare i test sierologici che ancora non ci sono, cioè la ricerca degli anticorpi nel sangue. Poi avere a disposizione il virus ci permette di provare farmaci in vitro e di avere grandi quantità di virus che possono servire per la messa a punto di un vaccino, oppure di antigeni e preparazioni che poi servono alla diagnostica. Infine, ha spiegato Capobianchi, avere a disposizione la coltura ci permette di fare studi sulla patogenesi ossia di capire i meccanismi di replicazione, i rapporti tra il virus e la cellula ospite che possono essere bersaglio delle strategie terapeutiche ci permettono di capire come funziona la replicazione del virus». «Fino a pochi giorni fa erano disponibili i dati di sequenza del virus che avevano pubblicato i cinesi che, però, non hanno fatto uscire il virus dalla Cina pur avendolo isolato. I dati e la diagnostica messa a punto era su dati teorici, ha concluso, hanno funzionato bene, sono stati disegnati dei controlli però adesso possiamo avere il vero controllo, cioè il virus

Ti potrebbero interessare anche:

Il professore "consiglia" il Pd: tagliare le ali estreme"
Alta marea a Venezia con punta di oltre un metro
BASILICATA/ Inchiesta rimborsi, terremoto in Giunta e Consiglio regionale
V-Day/ Genova si prepara all'invasione dei Cinque Stelle
RIFORME/ Si al nuovo Senato, ma la maggioranza è a quota 160
Crolla palazzina nel Savonese, 5 morti e decine di dispersi



wordpress stat