| categoria: sanità Lazio

Raccolta differenziata, Medicus virtuosa. Premiata la Casa di Cura del Gruppo INI a Tivoli

 

La qualità di una azienda che produce sanità non si misura solo sull’efficacia della sua azione sui pazienti, ma anche sulla capacità di gestione e di controllo di tutte le attività correlate. Anche la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, ad esempio, rientra in questo ambito. E i rifiuti sanitari possono essere molto particolari. La Casa di Cura Medicus di Tivoli (Gruppo INI), ha dimostrato di essere al top anche sotto questo profilo ed è stata premiata  con un pubblico riconoscimento dall’Asa Tivoli spa, l’azienda municipalizzata che gestisce la raccolta differenziata nel territorio comunale.  A consegnare la targa, mercoledì 12, il presidente di Asa, Francesco Girardi.
L’esperienza è di quelle che meritano di essere raccontate. L’Asa ha affiancato il management di Medicus e ha trovato piena disponibilità nel seguire le indicazione di ristrutturazione e riorganizzazione della gestione dei rifiuti. La Casa di Cura si è fatta guidare nella rimodulazione del sistema di raccolta finalizzato alla differenziazione dei rifiuti e il risultato è stato il raggiungimento di un tetto del 70 per cento. Risultato che fa della Azienda una delle più virtuose dell’area tiburtina.  Il punto di partenza  è stato un 100% di indifferenziato . Per passare all’ottima percentuale odierna l’Asa ha realizzato un corso di formazione del personale e ha siglato nel 2016 un protocollo d’intesa che precedeva un supporto all’organizzazione della raccolta all’interno della struttura , fino al corretto e più adeguato posizionamento dei contenitori;  assieme ai dirigenti interni è stato studiato il miglior adattamento alle necessità pratiche e logistiche. La chiave di volta è consistita nell’individuare un responsabile di ogni reparto e un sistema applicativo di sanzioni.  Questo lo score settimanale tratte dai report di raccolta aziendali:  umido 2 tonnellate,  multileggero 2 tonnellate, carta/cartone 4 tonnellate, secco n.r. 2/3 tonnellate. Sicuramente una esperienza pilota che vale e un esempio da seguire.

 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Aned Lazio denuncia: il Santo Spirito chiude la dialisi per una settimana
Totti e Ilary inaugurano Neuropsichiatria Infantile al Gemelli
Il governo sblocca 540 milioni per il Lazio
VITERBO/ Villa Buon Respiro chiude davvero. E nessuno muove un dito
Malattie infettive in gravidanza. Prevenzione, diagnosi e assistenza? Il punto allo Spallanzani
FORUM PA SANITA'/ PREMIATO STUDIO DELLO SPALLANZANI SUI NUOVI MODELLI ASSISTENZIALI



wordpress stat