| categoria: Dall'interno

VITERBO/ Projet financing ex Terme Inps, insorge l’opposizione

di WANDA CHERUBINI-

 L’annuncio dell’assessore comunale Enrico Maria Contardo di un project financing da 25 milioni di euro per le ex terme Inps ha generato varie reazioni nella città da parte di semplici cittadini e politici. Alcuni pensano che sia l’ennesimo annuncio che poi andrà a vuoto, visto che è ormai dal lontano 1992 che le terme Inps sono state chiuse e in tutti questi anni sono stati molti coloro che hanno parlato di una loro riapertura, mai avvenuta. Altri cittadini hanno accolto la notizia con entusiasmo, augrandosi che questa volta sia quella buona. Tra i politici, invece, ieri, in consiglio comunale, si è levata la protesta del consigliere comunale del Pd, Alvaro Ricci, secondo il quale “l’annuncio di Contardo potrebbe creare un grande e grave imbarazzo con il consiglio comunale e la Regione Lazio, dato che deve prima essere esaminato dal consiglio e successivamente approvato dalla Regione e ciò non è stato ancora fatto”. Le ex Terme Inps, infatti, ricordiamolo, sono per il 50 per cento del Comune e l’altro 50 per cento della Regione Lazio. La questione, il consigliere comunale, l’ha sollevata presentando una interrogazione consiliare. Ricci ha tenuto a precisare che non si può che essere felici che qualcuno si interessi alle ex terme Inps, ma ricorda come la passata amministrazione Michelini fece un avviso pubblico al fine di individuare un advisor per il rilancio delle terme, dato che il piano di rilancio è una legge regionale del 2001. Ma, secondo Ricci, si tratta di un piano che non è più in linea con i tempi di oggi.  Ed è stata Federterme l’ente incaricato dall’allora sindaco Michelini a presentare il suo piano. Piano che però deve prima essere esaminato dal consiglio comunale e poi dalla Regione Lazio, che dovrà approvarlo. Quindi il consigliere Ricci si domanda come possa essere arrivato un project financing senza un piano, visto che il piano di Federterme non è stato ancora approvato da nessuno. Infine, Ricci ritiene che in questi casi, poi, non bisogna essere frettolosi ed evitare annunci sui giornali.

Ti potrebbero interessare anche:

LECCE/ Scambio di neonati in ospedale, la mamma se ne accorge a casa
Piogge e temporali, disagi dal Piemonte alla Toscana
Bimba uccisa, la mamma delle amiche tenta il suicidio
QUIVITERBO/ Tempo di bilanci, così cresce l'Università della Tuscia
Caricare lo smartphone di notte può essere pericoloso
Terremoto, nuova forte scossa in Molise (5,2). «Avvertita in Abruzzo, Puglia e anche a Roma»



wordpress stat