| categoria: Dall'interno

Coronavirus a Milano: parchi chiusi. Ospedale di Baggio: infermiere contagiato

Coronavirus a Milano: parchi chiusi. Ospedale di Baggio: infermiere contagiato

 “Ieri ho firmato un’ordinanza che incide sulle rette scolastiche, sul pagamento dei tributi, sulla chiusura dei mercati comunali all’aperto, sull’apertura di area B e area C. Se servirà altro lo faremo. A partire da oggi, quando firmerò un’ordinanza per rendere liberi i parcheggi di superfice sulle strisce gialle e sulle strisce blu”. Così il sindaco di Milano, Beppe Sala, in un videomessaggio diffuso sui canali social. “Da oggi Amsa sta procedendo ad una santificazione delle principali piazze e vie della citta’”.

Aggiunto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, illustrando come l’azienda che si occupa dei rifiuti e dell’igiene della citta’ stia procedendo alla santificazione dei luoghi pubblici. “Vi capitera’ di vedere i mezzi in piazza Duca d’Aosta, in via Lorenteggio, nelle principali vie della citta’. Inoltre, ogni sera ogni singolo mezzo di Atm viene sanificato”, ha spiegato. “Oggi pomeriggio firmerò un’ordinanza per chiudere i parchi recintati da domani mattina. E’ necessario farlo. Parlo dei parchi recintati, non possiamo estendere la stessa regola a quelli non recintati”, ha inoltre annunciato il sindaco di Milano. “Invito tutti a un comportamento in linea con le regole che sono state stabilite” ha poi sottolineato il primo cittadino meneghino.

Alcune testate, tra le quali il Corriere, avevano riportato la notizia della chiusura dell’ospedale militare di Baggio:   divenuto da pochissimo l’hub per il trasferimento dei pazienti positivi dimessi dagli ospedali.  Il Governatore lombardo Attilio Fontana ha tuttavia smentito la chiusura: l’ospedale resta aperto. Un infermiere è stato trovato positivo ma è stata fatta la sanificazione e la struttura resta operativa.

 

 

 

“Ho appena appreso – ha dichiarato il consigliere comunale di Forza Italia, Alessandro De Chirico – che è stato firmato il provvedimento per la sospensione di Area B e di Area C che, come richiesto da subito da Forza Italia, erano un inutile impedimento alla mobilità a danno della collettività. Il sindaco dimostra che quando vuole è ragionevole e ascolta i consigli provenienti dall’opposizione. Adesso mi auguro che considerati i casi di contagio tra gli autisti di ATM ora venga finalmente accolta anche la richiesta di Regione Lombardia di fermare il trasporto pubblico di linea. Così facendo sarà possibile circolare con il proprio mezzo privato solo in caso di assoluta necessità come prescritto dal DPCM. Inoltre, i servizi attivati per gli anziani e i malati dal Comune, dal Terzo Settore e dai privati garantiscono a tutti di ricevere beni e medicinali. Insieme ce la faremo!

Ti potrebbero interessare anche:

Angelo Rizzoli nel reparto "protetto" del Pertini: senza terapia la sclerosi avanza
Il Tribunale dà ragione a Coppola, Zunino dovrà pagare 5,5 milioni di euro di danni per Chiaravalle
Bologna, cerca di attraversare i binari, ma viene travolto da un treno Alta Velocità
Agenti travolti da un tir mentre intervengono su un incidente: strage sulla Catania-Messina
APRE CON 9 PAZIENTI A JESI STRUTTURA PER AUTISTICI
VITERBO/ Il turismo funziona. Potrebbe andare meglio



wordpress stat