| categoria: sanità Lazio

ASL ROMA 3/ Il Commissario Quintavalle mette ordine al Grassi per l’emergenza Coronavirus

 

quintavalleIndividuato dalla Regione Lazio come Covid-19 spoke, l’ospedale Grassi si prepara all’emergenza concretizzando, per l’occasione, progetti al palo da inizio mese. Merito del commissario straordinario della Asl Roma 3, Giuseppe Quintavalle, che arrivato appena 4 giorni fa ha tirato fuori dai cassetti «progetti  che andavano attivati». «Abbiamo diviso innanzitutto un’area Covid da un’area no-Covid, allestendo una tenda pretriage – spiega – nel percorso dedicato sono stati trasferiti i pazienti di medicina d’urgenza, saliti al piano superiore, mentre il reparto di medicina si sta svuotando perché abbiamo preso contatto con altre strutture accreditate, perché ci verranno anche loro in aiuto. Il modulo che nasce come ospedale Covid prevede a breve termine l’allestimento di 20 posti di media attività assistenziale all’interno della piastra di pronto soccorso». Ma non solo, perché la saletta che era del reparto di subintensiva diventerà in una settimana rianimazione. «Stiamo lavorando per una nuova terapia intensiva Covid di 4 posti. Abbiamo fatto le sale filtro, la climatizzazione, le porte e i percorsi differenziati, la sala vestizione e svestizione». Un’opera niente affatto «sprecata»: «Tutto questo – spiega infatti il commissario straordinario – un domani, quando mi auguro finirà questa incredibile avventura, sarà utilizzato come terapia intensiva post operatoria in un ospedale che ha delle carte enormi per fare una buona chirurgia».  «Siamo alla terza fase emergenziale di un tema che ormai non interessa più solo le Asl ma anche le Regioni. La prima cosa che ho notato visitando il Grassi – dice ancora Quintavalle – è che ci sono dei grandi professionisti. Ieri mattina abbiamo fatto un giro sui vari percorsi ed erano presenti tutti, è un segnale importante. Ho poi instaurato un rapporto di collaborazione con l’ospedale Spallanzani, ho avuto i medici in riunione prima e in visita poi che hanno validato alcuni percorsi e convalidato alcuni suggerimenti nati nel corso delle riunioni di questi giorni». «Contestualmente sto lavorando sul territorio, creando una piccola task force che gira nella nostra Asl alla ricerca di situazioni critiche come un cluster già individuato in una Rsa, segnalato e seguito dal dipartimento di prevenzione, e una struttura per sacerdoti. Delle strutture sul territorio, invece, hanno dato disponibilità di posti letto che prenderemo per aiutare e supportare le attività del Grassi. Personale ne stiamo reclutando molto e molti ancora verranno nei prossimi giorni: stiamo accelerando delle procedure già in essere».

 

Ti potrebbero interessare anche:

San Camillo, parte l'operazione "ambulatorio del benessere"
Assotutela: ci occuperemo dei 730 dei ricoverati all'Umberto I
M5S/ Zingaretti ci dica se siamo pronti ad affrontare l'emergenza Ebola
Fondazione S.Lucia rassicura sindacati e dipendenti, stipendi regolari e dialogo con la Regione
Civita Castellana, Il 6 dicembre l'inaugurazione del nuovo Pronto Soccorso dell'Andosilla
IL PUNTO/Il “modello Lazio“ regge. Per ora



wordpress stat