| categoria: Cultura

Coronavirus: morto Luis Sepulveda

Sepulveda_FG

Lo scrittore cileno Luis Sepulveda è morto oggi all’età di 70 anni a causa del coronavirus nell’ospedale universitario di Oviedo, in Spagna, dove era ricoverato da settimane. Lo riferiscono i media spagnoli. Sepulveda è stato il primo paziente celebre ad essere stato contagiato dal coronavirus e si trovava dal 29 febbraio ricoverato nel reparto di malattie infettive dell’Hospital Universitario Central de Asturias di Oviedo, in Spagna, dopo aver fatto ritorno da un viaggio in Portogallo dove aveva partecipato a un festival letterario.

L’autore di ‘Il vecchio che leggeva romanzi d’amore’ e il bestseller internazionale ‘Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare’ è stato il secondo cittadino cileno risultato positivo al test. Il narratore cileno naturalizzato francese aveva avuto i primi sintomi il 25 febbraio e si era rivolto per la prima volta a un medico il 27 febbraio, che ne aveva disposto il ricovero nell’unità di sorveglianza intensiva dell’ospedale Covadonga di Gijón per una sospetta polmonite. Dopo che il test ha mostrato la positività al Covid-19, Sepúlveda era stato trasferito nell’ospedale maggiore di Oviedo. Anche sua moglie, la poetessa Carmen Yáñez di 66 anni, era stata ricoverata in ospedale perché presentava sintomi sospetti. La Yáñez da due settimane era negativa ai test. A metà marzo la moglie aveva smentito che Sepulveda fosse in coma e aveva precisato che non era in fin di vita.

Ti potrebbero interessare anche:

Publio Fiori presenterà a Roma il suo nuovo lavoro: 'A volte ritornano. I cattolici per una nuova st...
Kermesse futurista al Guggenheim
Premio Nonino a Dell'Acqua, rivoluzione Basaglia non finisce
MOSTRE/ Il vino celebrato dall'arte in 170 capolavori
Libro del giorno, Veltroni sulle tracce del padre
WEEK END: MOSTRE, DA WARHOL A VASARI E MORBELLI



wordpress stat