| categoria: attualità

Movida: spaventa i presidenti delle regioni

movida_sicura_trastevere

I patiti della movida stanno diventando nella Fase 2 quello che i runner sono stati durante il lockdown: potenziali untori. Il rischio di contagio per assembramenti intorno ai locali è ben più consistente di quello rappresentato dai podisti e visto il weekend quasi estivo, il Ministero dell’Interno rafforza i controlli e i presidenti di Regione minacciano nuove ordinanze per evitare altre scene come quelle sui Navigli a Milano. Intanto fonti del ministero della Salute smentiscono che le riaperture dei confini regionali avverranno solo tra territori a contagio omogeneo. La Conferenza delle Regioni ha approvato l’aggiornamento e l’integrazione alle «Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive». Si aggiungono, tra le altre, quelle per campeggi, rifugi alpini, attività fisica all’aperto, noleggio veicoli, aree giochi per bambini, circoli culturali, cinema e spettacoli, sagre e fiere, servizi per l’infanzia e l’adolescenza. Linee guida che si aggiungono a quelle già rese note per ristorazione, stabilimenti balneari, palestre, piscine, negozi e mercati. Ora verranno inviate al governo per aggiornare il Dpcm. Intanto questo fine settimana preoccupa perché la curva discendente dell’epidemia sembra aver riportato la gente in strada per i divertimenti abituali. Il timore dei governatori è che l’affollamento possa creare nuovi focolai e mettere a rischio le riaperture delle attività produttive ripartite dal 18 maggio.  Nella Conferenza delle Regioni i presidenti del Nord – le aree di gran lunga più colpite da Covid-19 – spingono per cercare una qualche normalità che intercetti la stagione turistica estiva. Lunedì in Emilia-Romagna riapriranno parchi acquatici, zoo, lunapark e attrazioni di spettacolo viaggiante. In Puglia invece Michele Emiliano minaccia di chiudere i locali se i titolari non faranno rispettare l’obbligo di mascherina e il divieto di assembramento. In un’oscillazione tra voglia di ricominciare e timore di ricadute epidemiologiche. I prossimi giorni saranno cruciali per vedere se i contagi risalgono e di quanto. Quindi occhi puntati nel weekend sulla movida, ma il segretario Pd Zingaretti esorta a non considerare «i giovani degli untori». «Non bisogna criminalizzarli – dice -. Sono le principali vittime di questo periodo, dal punto di vista della formazione, del lavoro e in futuro del debito pubblico.»

 

Ti potrebbero interessare anche:

Preso Mennetta, superboss della camorra
Lecce, spacciatori stranieri in trasferta davanti a locali pubblici, un arresto
Firenze, per la voragine l'ipotesi di reato è "crollo colposo"
"Giustizia al collasso", allarme anche da Milano
Fine vita: Francia, esplode il caso Marwa, bimba di 15 mesi
Tweet di Salvini sulla mafia nigeriana, ira del procuratore Spataro



wordpress stat