| categoria: turismo

La regina delle Dolomiti riapre: al via la stagione estiva a Cortina

Da domani, sabato 30 maggio, riaprono gli impianti di risalita a Cortina d’Ampezzo, i primi dell’arco alpino ad aprire per l’estate. Sarà la Funivia Lagazuoi a dare il la alla stagione estiva. Secondo i dati ENIT la montagna italiana, questa estate, sarà la scelta di molti turisti e per mesi gli operatori di Cortina d’Ampezzo si sono organizzati per potere garantire un soggiorno in totale sicurezza agli ospiti che sceglieranno la Regina delle Dolomiti. I rifugi e gli impianti a fune, hanno messo a punto una serie di norme obbligatorie per la fruizione di alcuni servizi: risulta in ogni caso evidente che le soluzioni più idonee per tutelare la salute di utenti e lavoratori consistono nell’adozione di protocolli e regole di comportamento basate anche sulla responsabilità verso se stessi e verso gli altri. Gli impiantisti, con grande responsabilità ed impegno, hanno lavorato per individuare soluzioni in grado di garantire tranquillità e sicurezza agli ospiti.

Regole

Bastano semplici regole: indossare guanti e mascherine, mantenere le distanze, seguire le istruzioni per accedere agli impianti. Verranno messi a disposizione anche dispositivi igienizzanti per le mani. In funivia e in cabinovia si viaggerà con finestrini aperti per consentire l’areazione e la ventilazione, sulle seggiovie non vi è alcuna restrizione se non le regole diposte dagli impianti stessi. L’igienizzazione come la sanificazione per tutti gli impianti di risalita sono garantite.

Impianti

Per quanto riguarda gli impianti a fune di Cortina, dopo la funivia del Lagazuoi apriranno le 5 Torri, Auronzo, e Col de Varda (Misurina) il 20 giugno, il Cristallo il 26 giugno, Pié Tofana-Duca d’Aosta e Duca d’Aosta-Pomedes il 27 giugno, Fedare, Socrepes, Tofana-Freccia nel Cielo il 4 luglio, e il Faloria il 25 luglio. Da segnalare che il secondo tratto della Freccia nel Cielo sarà chiuso per lavori per tutta l’estate. E’ stata invece ripristinata e rinnovata, anche per garantire maggiori spazi di manovra, l’area davanti al Masi Wine Bar. Tra i primi ad aprire anche il Rifugio Mietres, lo scorso 22 maggio.

Alberghi

Per i primi di luglio, il 90% delle strutture alberghiere sarà aperto. Tutti gli hotel, da 5 a 2 stelle, sono garantiti dal protocollo “Accoglienza sicura” che Federalberghi, Confindustria turismo ed Assohotel hanno condiviso per garantire alle famiglie e agli ospiti, grandi e piccoli, di trascorrere una vacanza indimenticabile, nonostante la situazione sanitaria che ha modificato il nostro modo di vivere. All’interno sono stati rimodulati gli spazi, per garantire il confort dell’ospite ed implementate le operazioni di igienizzazione quotidiana e garantita la sanificazione ogni qual volta la camera verrà assegnata ad un nuovo ospite.

Negozi

Inoltre, l’associazione ha chiesto ai commercianti di prolungare i propri orari d’apertura durante i weekend di luglio e agosto, organizzando anche piccoli spettacoli d’intrattenimento, così da non privare gli ospiti di ore di shopping, che come sappiamo sarà contingentato.

Progetto “Andrà tutto bene in vacanza a Cortina”

Dal primo giugno, inoltre, sarà attivata un’importante iniziativa promossa da Cortina for Us al servizio e per la sicurezza del turista, «un prodotto esclusivo – spiega Franco Sovilla, Presidente dell’Associazione – per il territorio di Cortina. Perché il nostro desiderio è quello di rendere più “sereno” il rientro a Cortina in vista della nuova stagione. Il progetto, “Andrà tutto bene in vacanza a Cortina” riguarda una copertura assicurativa in grado di tutelare il turista in caso di contrazione del Covid-19 per un totale di 90 giorni».

 

Ti potrebbero interessare anche:

Tanta neve in Abruzzo, impianti aperti in anticipo
Una via per i pellegrini. Francigena, ecco la nuova mappa
Venezia, alla scoperta dei capolavori del Tintoretto
Giornate Farnesiane, la Tuscia si mette in mostra
Toscana, Umbria, Veneto, Lombardia regine dell'agriturismo
Pasqua in Italia dalla Liguria alla Basilicata



wordpress stat