| categoria: sanità

Al Mater Olbia nasce l’Ambulatorio del pancreas

Mater_Olbia_02_comm

Al via un nuovo percorso dedicato alla diagnosi, alla terapia medica e al trattamento endoscopico dedicato a tutti i pazienti che soffrono di malattie del pancreas e delle vie biliari. Al Mater Olbia nasce l’Ambulatorio del pancreas, delle malattie bilio-pancreatiche e dell’ecoendoscopia, che sarà il punto di riferimento per le persone affette da patologie come pancreatiti, cisti, tumori e malattie del pancreas e delle vie biliari.

“Attraverso un approccio di diagnosi e di terapia realizzato anche in équipe attraverso il coinvolgimento degli specialisti di Oncologia e Radiologia – spiega Milutin Bulajic, responsabile del reparto di Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva – l’ambulatorio sarà in grado di offrire soluzioni a 360 gradi per quei pazienti che soffrono di patologie del pancreas e delle vie biliari che possono nascondere anche problemi di natura tumorale. In questo senso, la prevenzione e i percorsi diagnostici accurati e multidisciplinari sono essenziali per intervenire tempestivamente”.

E proprio in tema di prevenzione, si sono concluse oggi le visite della prima edizione degli Open Day Endoscopia. “Abbiamo avuto 200 chiamate che sono state sottoposte a screening da parte degli specialisti – riferisce Bulajic – e abbiamo eseguito 19 endoscopie che hanno permesso di rilevare polipi nel 50% dei casi. Ben 14 quelli asportati”.

L’ambulatorio sarà inoltre dedicato a pazienti ai quali è stata posta indicazione a eseguire un’ecoendoscopia (Eus) di tumori benigni e maligni dell’apparato digerente e del mediastino“, sottolinea il Mater Olbia. L’Eus, attraverso una piccola sonda a ultrasuoni posta sulla punta dell’endoscopio, permette di eseguire una esplorazione ecografica, ed eventuale agobiopsia, delle pareti dei visceri e delle regioni circostanti all’apparato gastroenterico come ad esempio nel caso delle lesioni benigne della parete esofagea, gastrica, duodenale, del pancreas e delle vie biliari, nonché per risolvere dubbi diagnostici a carico di strutture adiacenti del tubo digerente (come ad esempio linfomi e linfoadenopatie).

L’ospedale promuove inoltre tre giornate di teleconsulto gratuito in cui uno specialista indicherà la priorità di accesso alle visite. Lunedì 29 giugno, martedì 30 e mercoledì 1 luglio sarà possibile telefonare al numero 0789-1899505, attivo dalle 8 alle ore 11, per un consulto specialistico telefonico gratuito. Sulla base del risultato dello screening sarà definita la priorità di accesso alle visite che si svolgeranno il 14, 21, 28 luglio e il 4 agosto. I pazienti che eventualmente non rientrassero nelle quattro giornate saranno programmati nelle successive liste ambulatoriali.

Ti potrebbero interessare anche:

ETEROLOGA CAOS/ 1 - Regione Emilia blocca gli ospedali
Malasanità a Siena? Tre visite e nessuno si accorge dell'infarto, una donna muore
Sì alla stabilizzazione dei precari del Ssn, il Ministero pubblica il decreto
Crisi, anche la salute diventa un lusso: un italiano su 2 rinuncia a cure
Autismo, per Oms colpito da disturbi un bimbo ogni 160
Englaro, il Tar condanna la Regione: "Eluana aveva il diritto di morire in Lombardia"



wordpress stat