| categoria: In breve

eSports, videogiochi e giochi di slots: una ascesa rapida e inevitabile

videogiochiIl mondo del gioco è, ormai da anni, al centro di numerosi processi evolutivi che, di volta in volta, ne modificano la conformazione e i principi. La rivoluzione digitale ha creato un mercato sempre più competitivo ed incapace di conoscere soste o stop. Nel 2020, anno del definitivo salto di qualità, è arrivato il Coronavirus, che non è stato in alcun modo uno stop per una certa tipologia di giochi ed anzi, è stato l’indizio definitivo per certificare ormai un dato di fatto: se il mondo cambia e si evolve velocemente, il mondo dei giochi va almeno al doppio della velocità in un tempo minore. La fotografia di questa situazione in perenne divenire è perfetta se relazionata all’Italia, dove sono in aumento per popolarità eSports, videogiochi e gioco d’azzardo.

Il periodo di quarantena, vissuto a cavallo tra marzo e maggio, ha dato importanti indicazioni a livello statistico: i videogiochi online hanno riscosso una popolarità senza pari, gli eSports sono diventati una parte fondamentale delle giornate di molti italiani e il gioco d’azzardo, trainato dai casinò online, ha fatto il botto. Nel mezzo tanti altri giochi di intrattenimento, dal poker alle slot online.

Nel mese da poco conclusosi, giugno 2020, la situazione non è cambiata. Gli italiani hanno continuato a dare spazio alle categorie sopracitate: nessuna migrazione, di cui si era pure parlato, ma un semplice quanto inevitabile cambio di prospettiva, importante peraltro per il prossimo futuro. Gli eSports, che negli ultimi mesi hanno aumentato il loro bacino del 61%, sono il futuro del gioco virtuale. Perché piacciono, perché divertono e perché intrattengono. E poi per la loro varietà: tutti gli sport sono compresi, e nessuno è escluso. Per la maggiore vanno i giochi di simulazione legati ai motori, con in testa la Formula1, ormai sempre più amata dagli italiani. Ma tengono bene botta il tennis, il calcio, il basket. Il futuro del gioco è tutto qui.

A ruota bene anche i videogiochi, soprattutto online, amatissimi tra i giovani e i giovani adulti e sempre più performanti: titoli da console, come Call of Duty o Apex Legends raccolgono, ed anche a giugno l’hanno fatto, milioni di italiani. Gli aspetti ormai sempre più social di questi giochi hanno poi fatto la differenza soprattutto per quel che concerne la condivisione dell’esperienza ludica.

Il gioco d’azzardo, soprattutto quello online, è stato tra le certezze di questo primo semestre dell’anno in corso. Nel periodo di quarantena percentuali sempre più alte hanno scoperto un canale sconosciuto, quello online, a fronte dei blocchi, da poco terminati, sul gioco d’azzardo fisico. Il 33,8% dei giocatori italiani ha aumentato il proprio tempo di gioco e un corposo 11% ha cominciato durante il lockdown per poi proseguire nei mesi successivi. I casinò online del circuito AAMS la fanno da padrona, grazie soprattutto alla strategia di offrire bonus free spins agli utenti alla loro prima esperienza di gioco. Tramite questa tipologia di bonus il giocatore può usufruire di una serie di giri in maniera completamente gratuita, in pratica può vincere senza investire. Una strategia di successo che tenta molti nuovi clienti, condotti alla scoperta di un universo in cui il gioco e il divertimento la fanno da padrona.

Ti potrebbero interessare anche:

Scalata alla Lazio e "Irriducibili", i Pm chiedono otto condanne
Carige, conti in rosso. Oltre un miliardo di perdite
SPAGNA/ Batosta per l'Infanta, il fisco le contesta 700 milioni
Ebola, bufera sulla sanità Usa, Obama infuriato
Appalti della Marina, ancora un arresto a Taranto: tenente di vascello in cella
Intossicati a banchetto nozze, uno muore



wordpress stat