| categoria: Roma e Lazio

Terme dei Papi, passa in Senato l’emendamento per la concessione di incentivi per l’acquisto di servizi termali

 

Le Terme dei Papi a Viterbo

di WANDA CHERUBINI

VITERBO- E’ passato in Senato l’emendamento, prima firmatario il senatore della Lega, Umberto Fusco, per la concessione di incentivi per l’acquisto di servizi termali. Tale notizia non poteva che essere accolta positivamente da Fausto Sensi delle Terme dei Papi. “Tutto ciò che si fa in auto delle aziende- ha commentato – deve essere accolto positivamente, in particolare in questo periodo in cui il Coronavirus ha creato parecchi problemi. Quindi, tutto ciò che si fa per il nostro settore è ben accetto”. Ma nel frattempo gli imprenditori non stanno con le mani in mano, tanto che Fausto Sensi ricorda il suo progetto di ampliamento delle terme dei Papi sia dal punto di vista alberghiero che della piscina monumentale, che verrà collegata con una nuova per metà al coperto. “Il nostro progetto, che avevamo presentato tempo fa all’amministrazione comunale, ricevendo un consenso trasversale, lo abbiamo a fine luglio ripresentato, ammodernandolo in base alle attuali richieste, facendone un progetto ancora più ambizioso. Avere finanziamenti sicuramente aiuta, ma a mio avviso il problema si risolve con l’impegno delle imprese a fare sempre meglio. Abbiamo rinforzato e ringiovanito il progetto in funzione di una ripresa che ci auguriamo arrivi presto. Ma noi dobbiamo essere pronti. Il nostro progetto prevede 5 milioni di euro di investimenti, a totale nostro impegno economico. Al Comune di Viterbo chiediamo soltanto di darci il tempo di ammortizzare questa spesa. Sappiamo che il nostro progetto è stato gradito, perché molto valido anche per lo sviluppo economico e turistico della città. Se saremo pronti dal momento della ripresa sarà un grande aiuto per Viterbo. Ma bisogna farlo adesso, chiediamo l’immediatezza”. Il progetto dei Sensi prevede anche il potenziamento della ricettività con ulteriori 12 camere rispetto alle attuali. “Parteciperemo anche al bando per le ex terme Inps – ha rimarcato Fausto Sensi –  Doteremo il nostro albergo anche di servizi adeguati, con la hall che sarà rivisitata e dei servizi adeguati alla clientela. Oltre alla nostra piscina monumentale storica, ci sarà una piscina per metà coperta che va ad implementare quella storica, che permetterà di utilizzarla in tutti i periodi dell’anno. Ci saranno ulteriori servizi adeguati. L’amministrazione comunale mi sembra propensa a tutto ciò, ma ci deve dare il placet immediato. Va fatto adesso, non dopo. Altrimenti perdiamo il treno, mentre noi vogliamo essere tra quelli che stanno alla locomotiva”. Inoltre, Fausto Sensi parla anche di nuovi posti di lavoro. “Quando siamo partiti, rilevando la gestione precedente, avevamo 14 dipendenti. Oggi siamo a 103,  a cui si devono aggiungere anche i liberi professionisti, i medici ed altri servizi, per arrivare a 200 persone che lavorano presso le Terme dei Papi. Ogni anno vogliamo continuare a crescere. Siamo un’azienda abbastanza importante, ma bisogna lavorare adesso, sfruttare in maniera virtuosa questo periodo,  che è di incertezza con la clientela ridotta e contingentata. Lavoriamo ora per essere pronti al momento della ripresa. Basta che il Comune ci dia ora l’ok per partire”.

Ti potrebbero interessare anche:

Individuato il pirata dello schianto sulla Togliatti: è una venticinquenne romena, ma i conti non to...
L'ultima chance di Atac, risanamento e privatizzazione
Da piazza del Popolo a Roma la solidarietà per Parigi
Il Municipio XV insorge, insostenibile il malfunzionamento della illuminazione
Campi nomadi, Campidoglio alle strette: mancano i vigili per i controlli
Neve ai Castelli Romani, strade gelate e incidenti per il ghiaccio



wordpress stat