| categoria: Roma e Lazio

IN PRIMO PIANO/ Torna in campo Bertolaso l’uomo della provvidenza?

IN PRIMO PIANO/  Nome a sorpresa dal vertice di centro destra, manca la conferma

 

 

Colpo di scena, può cambiare tutto nel gioco elettorale per il Campidoglio. Lasciamo da parte i nomi che circolano e si rincorrono in questi giorni, adesso a quanto pare entra in partita uno che può fare la differenza, Guido Berlolaso. L’uomo della provvidenza, lo hanno definito in più occasioni. Si ripropone in qualche modo il copione delle elezioni del 2016, ma Roma, i romani, la politica nazionale, gli scenari sono cambiati. Siamo in emergenza, con un allarme sanitario e sociale che oscilla tra il rosso e l’arancione, serve una mano ferma, autorevole, carismatica. E  Silvio Berlusconi spiazza Matteo Salvini e Giorgia Meloni avanzando attraverso il suo vice in Forza Italia, Tajani, la candidatura di Bertolaso. . Per il leader di Forza Italia quello del medico ed ex capo della Protezione Civile sarebbe l’unico nome in grado vincere alle urne contro Raggi, Calenda ed il candidato Pd o chiunque altro. Pare che il cavaliere sia intervenuto di persona collegato in video conferenza al vertice del centro destra tenutosi negli uffici della Lega al Senato. Sul tavolo c’erano una ventina di nomi, ma Berlusconi ha gettato l’asso e la riunione ha preso un’altra piega. Salvini e Meloni non hanno detto né sì ne no, l’interessato ammette di essere stato colto di sorpresa e non ha smentito. Dunque tutto può succedere.
E’ bene ricordare che per Bertolaso non sarebbe la prima corsa per il Campidoglio: nel 2016 Bertolaso fu il candidato sindaco appoggiato da Berlusconi e Forza Italia, una candidatura che allora non andò fino in fondo perché, in accordo con il  Cavaliere, si ritirò in favore di Alfio Marchini. Lega e Fratelli d’Italia nel 2016 appoggiarono la candidatura di Giorgia Meloni. Un errore tattico, si può dire, che spianò la strada alla valanga grillina e alla affermazione di Virginia Raggi. L’ex capo della Protezione Civile, commissario straordinario per l’emergenza terremoto dell’Aquila e sottosegretario nel governo Berlusconi negli anni scorsi ha pagato caro il suo impegno, tirato in ballo in polemiche tecniche e politiche e in vicende giudiziarie dalle quali, amareggiato, è uscito bene. Dopo anni di oblio è ricomparso in versione anti-Covid quando ha avuto un ruolo chiave nella realizzazione dell’ospedale (privato) di Civitanova Marche, “Ospedale-astronave” sul modello di quello della Fiera di Milano,  un progetto da 12 milioni di euro e 84 posti, completato quando l’emergenza pandemia sembrava superata, in tarda primavera, aperto e chiuso in pochi giorni per la presenza di troppi medici in rapporto ai pochi pazienti Covid rimasti. Non è stato smantellato e ora torna utile. Le  circostanze purtroppo danno ragione all’ex capo della Protezione Civile.
La presenza di Guido Berlolaso alla trasmissione di Porro, la sera prima della notizia, acquista ora una valenza particolare. Il pupillo di Berlusconi è stato l’ospite d’onore ( Rete 4 è del Cavaliere, se è necessario ricordarlo) e ha potuto dire la sua sulla situazione di emergenza, ha presentato la sua ricetta, ha suggerito e criticato. A posteriori un discorso di investitura. Se tutto sarà confermato dovrà correre per il Campidoglio e non dovrà gestire il contrasto alla pandemia, ma è evidente che oggi e nei prossimi mesi il Covid e i suoi effetti saranno uno dei principali problemi della Capitale. Quindi…

 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Gucci, Vuitton, Martini.Sequestrate a Tor Pignattara 30mila borse contraffatte
Rom, sgomberati campi abusivi sotto il ponte della Magliana. Alemanno: "Serve legge"
Assenteisti di Capodanno, il giudice del lavoro assolve i sindacati. I vigili? Cani sciolti
Giornata da incubo, sciopero Atac e maltempo, città impazzita
Lombardi candidata senza peli sulla lingua: «Vertici Asl prima ci leccano il c..o, poi ci attaccano»
Roma, individuato aereo precipitato nel Tevere



wordpress stat