| categoria: attualità

Francia, Macron: «Lockdown da venerdì 30 ottobre al primo dicembre»

 Scuole aperte, bar e ristoranti chiusi

Francia, attesa per il discorso di Macron. Traffico record intorno a Parigi, 400 km di code

Nuovo lockdown in Francia: lo ha annunciato il premier Emmanuel Macron nel suo discorso alla nazione, in cui ha illustrato le nuove misure anti Covid.

«Dobbiamo dare un colpo di freno brutale ai contagi altrimenti per metà novembre i nostri ospedali saranno saturi – ha spiegato Macron – la mia responsabilità è proteggere tutti i francesi al di là della difficoltà delle decisioni da prendere». La stretta adottata finora contro la seconda ondata del coronavirus, come il coprifuoco nelle zone di allerta massima, è stata «utile ma non sufficiente, ma ora non basta, non basta più. Il virus circola in Francia ad una velocità che neanche le previsioni più pessimistiche avevano previsto – ha aggiunto Macron – Siamo sommersi dall’accelerazione improvvisa dell’epidemia, come ovunque», ha detto, aggiungendo che la seconda ondata sarà «più dura e letale della prima».

 

Il nuovo lockdown però non riguarderà le scuole, che rimarranno aperte. Chiusi invece bar e ristoranti. I cittadini potranno uscire per andare al lavoro ma il presidente ha raccomandato di limitare tutte le altre uscite. «Ogni 15 giorni faremo il punto della situazione – ha spiegato Macron – e vedremo se si possono alleggerire alcune misure».

Francia, contagi record

Intanto i contagi in Francia toccano livelli record, con 69.854 nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, 767 decessi, 2821 ricoveri e 372 in terapia intensiva: è quanto è emerso dai dati Santé Publique France, a pochi minuti dall’intervento del presidente Emmanuel Macron.

 

Traffico record nei dintorni di Parigi

E in attesa del discorso si è registrato un traffico record nell’area metropolitana di Parigi. Alle 18.10 il sito Sytadin segnalava 435 chilometri di code sulle strade, oltre due volte la media del traffico abituale. I media s’interrogano sulle ragioni del traffico, che potrebbe essere dovuto al desiderio di arrivare presto a casa per ascoltare il presidente, fare una scorta di spesa o trasferirsi in campagna prima che scatti il confinamento.

Ti potrebbero interessare anche:

Sequestro Calevo, i rapitori pronti alla fuga all'estero con il riscatto
Crolla il reddito al Sud, Bolzano la più ricca, soffre la Liguria
Don Luca, "prete biker", perde la patente per due birre
Euro 2016, l'Uefa smentisce Abete: "No alle gare a porte chiuse"
Borrelli, a breve il 90% delle casette ai terremotati
Covid, allarme Milano: "Situazione critica"



wordpress stat