| categoria: Roma e Lazio

Viterbo, le ex Terme Inps attendono il rilancio

viterbo
di WANDA CHERUBINI
VITERBO- Ancora al palo il piano di rilancio delle ex Terme Inps. In consiglio comunale è il capogruppo del Pd, Alvaro Ricci a portare nuovamente l’attenzione sull’importante complesso termale, che da parecchi, troppi anni è in attesa di un suo rilancio. Ricci ha così chiesto all’assessore comunale al termalismo, Enrico Maria Contardo informazioni su eventuali sviluppi della vicenda, in particolare su alcuni punti, quali il piano industriale e la sufficienza di acqua termale.  Secondo il consigliere Ricci la struttura potrebbe essere una realtà trainante per l’economia locale, in un momento difficile come quello che stiamo vivendo. L’assessore Contardo ha così risposto alle richieste di Ricci: “Siamo in contatto con la regione. Abbiamo degli incontri ogni due settimane”. Ha, quindi, spiegato come gli uffici stiano predisponendo due documenti con i vincoli presenti nella zona, riguardanti sia la cubatura attuale e quello che, invece, potrebbe realizzarsi, circa il doppio rispetto a quello esistente.  L’altro documento, invece, è inerente al quantitativo d’acqua termale. Al riguardo l’assessore Contardo ha spiegato che il pozzo Gigliola può erogare sei litri al secondo, raggiungendo anche gli 8 litri al secondo. Esiste però il progetto per una conduttura, lunga oltre un chilometro e mezzo, per portare l’acqua dalle Zitelle alle ex Terme Inps, acqua che al momento, purtroppo, si perde nei campi. Il consigliere Ricci ha esternato dei dubbi in merito al fatto che una conduttura così lunga possa mantenere la temperatura specifica dell’acqua sulfurea e come ci sia, invece, vicino alle Zitelle l’impianto delle Terme Salus. “Potremmo ragionare su questa vicinanza, ovvero potrebbero usufruire dell’acqua proveniente dalle Zitelle ed in questo contesto si può inserire il Bullicame: non chiudendo il pozzo San Valentino, si aprirebbe il Sant’Albino, fondamentale per la struttura termale e così si alimenterebbe l’area del Bullicame anche per le ex Terme Inps”. L’assessore Contardo ha assicurato di parlare con i tecnici di questa ipotesi prospettata dal consigliere Ricci.

Ti potrebbero interessare anche:

Vigili, UGL: 'Valuteremo se indire uno sciopero contro l'assenza di politiche sulla sicurezza'
Panecaldo (Pd) spara sul sindaco Marino: non servono assessori che fanno stage in Giunta
Bimbo morto in metro, tre denunciati per omicidio colposo
SONDAGGI/ Raggi in testa, Giachetti quarto e Marchini cresce sulla Meloni
Bombe davanti alle Poste di via Marmorata, nessun ferito
Paura ai Parioli: albero cade e centra un'auto



wordpress stat