| categoria: In breve

IL PUNTO/ Caso Yara, la Cassazione accoglie richieste di Bossetti su accesso ai reperti

La Cassazione accoglie le richieste della difesa di Massimo Bossetti, condannato in via definitiva per l’omicidio di Yara Gambirasio. I giudici hanno annullato con rinvio le ordinanze con cui la Corte d’assise di Bergamo aveva respinto come inammissibile la richiesta degli avvocati Claudio Salvagni e Paolo Campirini di accedere ai reperti.

Ora si torna dunque a Bergamo e altri giudici dovranno nuovamente pronunciarsi sulla possibilità che la difesa possa accedere ai reperti su cui è stata decisa la condanna di Bossetti. Questi sono ben 98, tra cui 54 campioni di Dna, trovati in particolare sugli slip di Yara  e gli abiti che la ragazzina indossava quando è scomparsa.

Questo colpo di scena riapre il caso. L’avv. Claudio Salvagni, difensore di Bossetti, dice che il suo assistito ha vissuto questo periodo di attesa con ansia e speranza, convinto che ben presto la giustizia gli darà non solo ragione, ma anche la libertà.

Ti potrebbero interessare anche:

Berlusconi, udienza Cassazione rinviata al 6 maggio
il rave party è annullato: i carabinieri convincono i ragazzi
Legge elettorale, Alfano: 'Senza di noi il centro destra è terzo polo'
Ubi Banca, consiglio di sorveglianza diviso su governance. Monito Bankitalia
Spagna, manifestazione anti-monarchia. Cariche della polizia e arresti
EUR spa/ Morassut, la legge impedisce di vendere i palazzi storici



wordpress stat