| categoria: sport

La Lazio passa con il Sassuolo 2-1. Champions più vicina

 Una vittoria in rimonta che vale la finestra sulla Champions, sempre più vicina per la Lazio, ora a sole due lunghezze. Quarto successo consecutivo in campionato per la squadra di Simone Inzaghi, che all’Olimpico con il Sassuolo prima va sotto per il gol di Caputo, poi con pazienza ricama il ritorno con il pareggio di Milinkovic-Savic e nella ripresa trova la rete che vale tre punti con il solito Ciro Immobile. Orfano di Luis Alberto e Luiz Felipe, Inzaghi si affida a Patric in difesa e Akpa Akpro nel ruolo di intermedio, mentre in attacco punta su Correa al posto di Caicedo per affiancare Immobile. De Zerbi recupera Locatelli in regia e conferma Caputo in attacco con Defrel, Djuricic e Traoré alle sue spalle. Match subito in salita per la Lazio, con il Sassuolo che trova i corridoi giusti sulle fasce. In avvio, prima Traoré sfonda da sinistra ed è decisiva la chiusura di Patric. Al 6′ Djuricic ancora da quella parte, stavolta Acerbi va a vuoto e la palla arriva sul piede caldo di Caputo che fa 0-1. Senza Luis Alberto la Lazio reagisce puntando sulle fasce, prima con un tiro di Marusic poi con un’ascesa di Lazzari che Correa prova a capitalizzare ma senza fortuna. Per il resto del primo tempo i neroverdi hanno solo un’altra occasione con Traoré che arriva lungo sul pallone, poi è tutta Lazio. Al 20′ Immobile reclama un fallo da ultimo uomo di Ferrari su cui Giua sorvola. Il monologo biancoceleste arriva a 25′ con il sesto corner battuto e sul quale si abbatte la sentenza di Milinkovic-Savic al 25′: colpo di testa e rete dell’1-1. Nella ripresa, De Zerbi lascia negli spogliatoi un isolato Defrel per dare spazio a Haraslin. Con lo slovacco i neroverdi hanno un’altra marcia, la gara si appiattisce a centrocampo e le due squadre si allungano a dispetto dello spettacolo. Un gioco che favorisce il Sassuolo, per questo Inzaghi decide di variare le alternative e al 23′ inserisce Parolo per Patric per aumentare la qualità dal basso e Caicedo per Correa per aumentare l’apporto a Immobile davanti. La soluzione premia subito: al 26′ Marusic sale da destra e serve in mezzo, spunta il sinistro di Immobile e la Lazio passa in vantaggio. De Zerbi prova le carte Boga e Lopez per ribaltarla, ma a quel punto la difesa laziale (infarcita dall’ingresso di Parolo per Patric) controlla e gestisce. Inutile il ritorno dei neroverdi, che chiudono comunque con il solo tiro in porta di Caputo nel primo tempo. Per la Lazio dopo il derby la festa continua

Ti potrebbero interessare anche:

Disastro Roma all'Olimpico, il Cagliari vince 4-2. Zeman lascia?
Coppa America, si ribalta catamarano: morto l'olimpionico inglese Simpson
Cusin, il mago italiano che guida la squadra di Hebron
La Juve è Higuain, un gol per tempo e Cagliari ko
KOLAROV PUNISCE TORO,ROMA AVANTI A PICCOLI PASSI
INTER NON MOLLA LA CHAMPIONS, POKER ALL'UDINESE



wordpress stat