| categoria: salute

COVID – I diabetici rischiano di più: prioritario per loro il vaccino

vaccini-diabetici«Inserire le persone con diabete nella lista dei cittadini da sottoporre prioritariamente alla profilassi vaccinale» contro Covid-19, «indipendentemente dall’età». È la richiesta delle società scientifiche di riferimento per il diabete e per le malattie metaboliche in Italia-Amd (Associazione medici diabetologi), Sid (Società italiana di diabetologia) e Sie (Società italiana di endocrinologia) – contenuta in una lettera inviata al ministro della Salute Roberto Speranza, al commissario straordinario per l’emergenza coronavirus Domenico Arcuri, al direttore dell’Aifa Nicola Magrini, e al coordinatore del Comitato tecnico scientifico Agostino Miozzo. Gli esperti invitano anche «tutte le persone con diabete a sottoporsi con fiducia alla vaccinazione anti-Covid per abbattere il rischio di malattia sintomatica e potenzialmente grave». Nella lettera – firmata dai tre presidenti Paolo Di Bartolo (Amd), Agostino Consoli (Sid) e Francesco Giorgino (Sie) – si ricorda infatti «l’evidenza ben documentata di un’aumentata suscettibilità delle persone con diabete nei confronti delle infezioni in generale, e alla maggiore severità o frequenza di complicanze». Per quanto riguarda specificamente il coronavirus Sars-CoV-2, «i dati osservazionali indicano che la malattia da Covid-19 presenta una prognosi peggiore e maggiore mortalità nelle persone con diabete. Inoltre, gli outcome peggiori sono direttamente associati allo scompenso glico-metabolico». In Italia, «secondo i dati dell’Istituto superiore di sanità, il diabete mellito è presente nel 30% dei pazienti deceduti per Covid-19, una percentuale decisamente superiore rispetto alla prevalenza della malattia diabetica nella popolazione generale: questo indica che le persone con diabete, se affette da Covid-19, rischiano di andare incontro a maggiore gravità delle manifestazioni cliniche e a una evoluzione meno favorevole. Pertanto, la protezione delle persone con diabete dall’infezione da Sars-CoV-2 appare un obiettivo di prioritaria importanza, per evitare infezioni severamente sintomatiche e potenzialmente letali in questa categoria di cittadini

Ti potrebbero interessare anche:

Altro che Viagra, molto meglio il ginseng
Disturbo bipolare, un braccialetto con wifi e app per monitorare la malattia
Caldo: da pane a lattuga, i cibi che aiutano a dormire
Nemico smog per bimbi e anziani, Sos pelle e cuore
La longevita' dipende da una percentuale, quella del grasso corporeo
Sempre più antidepressivi a minorenni, +40% in sette anni



wordpress stat