| categoria: politica

Draghi, il debutto da premier al G7: ‘Accelerare sui vaccini’

>>>ANSA/ALLARME VACCINI, PER GIMBE 'MANCANO 8,73 MILIONI SU 12,8'
Prima volta di Biden al summit. La prossima settimana a Bruxelles

Formalmente è un debutto quello del nuovo presidente del Consiglio italiano al summit del G7. In realtà Mario Draghi conosce molto bene la maggior parte degli interlocutori che incontrerà oggi, sebbene in formato virtuale.In quello che di fatto è un pre-vertice voluto dal premier britannico Boris Johnson – che ha la presidente del G7 e che ha già fissato per il mese di giugno in Cornovaglia il summit in presenza – c’è un’altra importante novità, che spazza via un passato molto ingombrante: l’arrivo del presidente Usa Joe Biden e di un’America, quella del dopo Trump, assai più aperta al dialogo e meno desiderosa di sparigliare le carte.

Draghi si collegherà al vertice tutto dedicato all’emergenza Covid, in particolare ai vaccini, con la convinzione che sia necessario accelerare. E da questo punto di vista il confronto con gli altri Paesi, Gran Bretagna in testa, è fondamentale. E’ quello il modello a cui guarda il premier e cui fa riferimento quando invita ad “imparare dai Paesi che si sono mossi più rapidamente di noi, disponendo subito di quantità di vaccini adeguate”. Del resto, secondo il premier, la rapidità nella diffusione dei vaccini è essenziale anche per scongiurare che le varianti prendano il sopravvento. Un tema che Draghi potrebbe affrontare anche con la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen a Bruxelles, dove si sta lavorando ad un possibile incontro già la settimana prossima. Anche con gli altri leader europei d’altra parte, Angela Merkel e Emmanuel Macron, c’è piena sintonia sulla necessità di un’integrazione e di un’accelerazione sulla gestione dell’emergenza.

Ma il primo G7 con Biden è anche l’occasione per l’atlantista Draghi come per gli altri leader (a cominciare dal canadese Justin Trudeau, ‘acerrimo amico’ di Trump) per tirare il fiato e avviare un nuovo rapporto con gli Stati Uniti, anche nella postura da assumere verso Russia e Cina. Il nuovo corso l’ha indicato il segretario al Tesoro Janet Yellen al G7 dei ministri delle Finanze: gli Stati Uniti, ha detto, hanno come “priorità” il multilateralismo, il rafforzamento delle alleanze e del loro impegno a livello internazionale. Ovviamente il formato virtuale non permette la possibilità di bilaterali, più o meno formali. Ma resta l’intenzione di Draghi, in attesa dei faccia a faccia, di porre le basi per strutturare quel rapporto “strategico e imprescindibile” con Francia e Germania del quale ha parlato in Senato per far rinascere l’economia europea dalle macerie del Covid. Non è inoltre escluso uno scambio con Boris Johnson visti gli impegni comuni che avranno Italia e Gran Bretagna, a partire dalla Cop26.
Tra i temi del summit anche la necessità di arrivare ad un piano globale dei vaccini, accogliendo l’appello dell’Onu. Più sarà estesa e rapida la vaccinazione, prima il mondo potrà ricominciare a girare. Rapidità, insomma, è la parola d’ordine.

Non solo per il presente, ma anche per il futuro: l’ambizione che Johnson presenterà ai colleghi è infatti quella di ridurre a 100 giorni i tempi per sviluppare nuovi vaccini contro malattie emergenti, per evitare i problemi vissuti con il Covid per il quale ce ne sono voluti 300.

Ti potrebbero interessare anche:

IL PUNTO/ Letta-Renzi, nessun patto ma no a due galli in un pollaio
Spese pazze, indagato l'ex presidente del consiglio regionale del Molise
M5S, Renzi fa comizi usando l'elicottero e due aerei di Stato. Ventiseimila euro l'ora?
Renzi: "Su legalità il governo non prende lezioni da nessuno"
F1/ Maroni, "Monza si salva se Renzi stacca un assegno"
Renzi: «Ridurremo le tasse al ceto medio. Equitalia? Non arriva al 2018»



wordpress stat