| categoria: Dall'interno, Senza categoria

L’8 marzo è festa della donna anche in smart working


Singolare evento per una giornata tutta al femminile organizzata dall’ANCRI

L’ANCRI (l’Associazione nazionale insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana), nonostante l’emergenza quotidiana del coronavirus, ha predisposto oggi, lunedì 8 marzo, un web-doc dal titolo suggestivo per un tema appassionante, «la Donna Insignita», il cui modello è stato ideato da Domenico Garofalo, vicepresidente nazionale organizzativo dell’Associazione, e realizzato sulla piattaforma di YouTube (pubblicata a partire dalle ore 17:00 odierne), con una videoconferenza tutta al femminile, che ha visto protagoniste alcune sue associate, attraverso una modalità indirizzata a recuperare il vero valore e significato di un evento che si celebra in tutto il mondo in occasione della “Giornata internazionale della Donna”.
L’iniziativa non può essere giudicata come mera ritualità quando diventa l’occasione per dibattere un tema dedicato alla riflessione sulle conquiste politiche, sociali, economiche delle donne nella società, in un momento in cui le giornate quotidiane sono attraversate e sommerse da notizie allarmanti di ininterrotte violenze sul genere femminile.
Nel corso del dibattito, in sostanza, s’è scritta una pagina d’elevata civiltà, alla elaborazione della quale hanno partecipato cinque illustri relatrici collegate in videoconferenza dalle Sezioni territoriali dell’ANCRI di: Roma, Foggia, Genova, Reggio Calabria e Ancona.
Pochi ma salienti gli interventi, quelli di: Rosa Nicoletta Tomasone, scrittrice e presidente del Centro Culturale “L. Einaudi”; Francesca Gullaci de Marini, medico chirurgo; Domenica (Mimma) Cacciatore, dirigente scolastico; Cinzia Nicolini, Primo Dirigente della Polizia di Stato; Barbara Rossetti, funzionaria della Presidenza del Consiglio dei Ministri; le quali, con eloquenza e indiscussa capacità d’analisi, hanno approfondito un dibattito appassionato e ricco d’interesse, moderato con incisività e competenza da Eliana Tagliente, che da tempo lotta contro le discriminazioni e gli abusi della burocrazia nei confronti delle persone con disabilità, nella veste di delegata alle Pari Opportunità dell’ANCRI.
Una sottolineatura particolare va a Domenica Cacciatore, salita agli onori della cronaca con l’appellativo di “Preside Coraggio”, perché è stata capace di far rinascere la scuola di San Luca d’Aspromonte, in provincia di Reggio Calabria, dove ogni giorno occorreva fare i conti con il degrado, la criminalità organizzata e il comportamento dei ragazzi che gridava aiuto per una realtà difficile.
D’obbligo, a conclusione dei lavori, i ringraziamenti e i saluti alle eminenti associate da parte di Tommaso Bove, presidente nazionale dell’ANCRI, il quale, dopo aver magnificato la colonna sonora della videoconferenza, realizzata magistralmente dal tenore Marco VOLERI, socio dell’Associazione, con il brano “Tu che m’hai preso il cuor”, ha detto, tra l’altro: «questa classica canzone, tratta da un’operetta storica, “Il paese del sorriso”, vuole essere non solo un messaggio di speranza in un momento storico difficile, ma anche uno strumento di forza e serenità per tutte le Donne».

Ti potrebbero interessare anche:

Senatori M5S contro Beppe. "Il grillismo è come il bigottismo"
Muore poche ore dopo l'operazione per l'alluce valgo
MILANO/ Donazione di organi, da lunedì basta la firma all'anagrafe
LANCET/ La chemioterapia può nuocere al 50% dei pazienti
Debito, pressing Ecofin: «L'Italia rispetti il Patto»
Vaccini, Barillari (M5s) attacca: la politica viene prima della scienza. Il movimento si dissocia



wordpress stat